A+ A A-
  • Categoria: Sicurezza

Come fare la segnalazione di una buca o di una situazione di pericolo su strada dissestata.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La buca stradale: un pericolo letale

Una frequente causa di incidenti stradali è legata alla cattiva manutenzione delle strade ed alla installazione di segnaletica non conforme al Codice della Strada. Una buca, un segnale mal disposto che limita la visibilità e qualunque situazione di pericolo causata dalla incuria del custode della strada può mettere in pericolo la vita di un pedone, un automobilista o più facilmente di un motociclista.

Le principali problematiche di pericolosità delle strade.

Condizioni generali della strada

  • buche; pavimentazione o asfalto dissestato;
  • frane;
  • fondo stradale sdrucciolevole o scivoloso a causa di materiale viscido o pietrisco,
  • cunette non segnalate:
  • dosso pericoloso;
  • illuminazione insufficiente o confondente;
  • pubblicità laterale confondente;
  • oggetti abbandonati sulla sede stradale;
  • passaggio di animali non segnalato) .... 

Dissuasori non idonei.  

  • troppo alti;
  • deformati;
  • non segnalati o non illuminati in modo idoneo ....

Cordoli rialzati. 

  • quando sono sdrucciolevoli;
  • non chiaramente visibili;
  • deformati;
  • non segnalati in modo idoneo;
  • in zona male illuminata o confondente;
  • in zona con pubblicità confondente ....

Segnaletica stradale orizzontale e verticale. 

  • scarsamente visibile e percepibile;
  • realizzata con materiale sdrucciolevoleo scivoloso;
  • che sporge per più di 3 mm dal piano della pavimentazione stradale;
  • poco visibile o confondente,
  • non prevista dal codice della strada;
  • male o scarsamente illuminata;
  • con pubblicità confondente;
  • priva sul retro dei dati previsti all’articolo 77 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada e in particolare degli estremi dell’ordinanza istitutiva ....

Barriere stradali di sicurezza. 

  • se inesistenti;
  • danneggiate;
  • inadeguate o pericolanti; 
  • male illuminate;
  • con pubblicità confondente ....

Tombino. 

  • sprofondato rispetto alla sede stradale;
  • scivoloso o sdrucciolevole;
  • deformato;
  • in zona male illuminata .....

Curva, spartitraffico, intersezione, lavori in corso, rotatoria.

  • non segnalata;
  • scarsamente visibile e percepibile; 
  • senza o con visibilità limitata;
  • in zona male illuminata .... 

Lavori in corso 

  • sospesi ma con limitazioni in atto;
  • scarsamente visibili o male illuminati;
  • con indicatori di velocità non previsti dal codice della strada .... 

E' solo una piccola casistica delle situazioni pericolose che possiamo incontrare sulle nostre strade, ed allora ci si chiede perché nessuno abbia eliminato il rischio che è sotto gli occhi di tutti.

Senza aspettare che avvenga l'incidente, ricordiamo il caso di Alessio Tavecchio costretto in carrozzina per la caduta dalla moto a causa di una buca coperta dall'acqua, come può il cittadino coscenziono segnalare alle autorità la situazione di pericolo prima ancora di pensare a richiedere il risarcimento del danno?

A chi segnalare una strada pericolosa?

La segnalazione di una situazione di pericolo sulla strada deve essere inviata al proprietario o gestore della strada (Anas, Comune, Provincia ecc..). Con la segnalazione si apre un procedimento amministrativo al quale l'Ente interessato ha 30gg di tempo per rispondere indicando le modalità di risoluzione del problema (L 241/90).

Anche se il tema della responsabilità dell’ente proprietario o concessionario per i danni all’utente della strada è controverso, alla luce dell'art. 2051 c.c. che stabilisce: "Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito" sembra innegabile la loro responsabilità in presenza di danni.

L’art. 2051 c.c. prevede la c.d. responsabilità oggettiva del custode: il danneggiante è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia a meno che provi il caso fortuito.

Ciò significa che il danneggiato potrà limitarsi a fornire la prova dell’esistenza del danno e della sua derivazione causale dal bene in custodia senza preoccuparsi di dimostrare la colpa o il dolo del danneggiante e l’ingiustizia del danno sofferto. Il danneggiante, invece, potrà liberarsi da tale presunta responsabilità fornendo la prova del caso fortuito: dimostrando che il danno si è verificato in modo non prevedibile né superabile con la diligenza adeguata alle circostanze.

A chi e come segnalare una strada pericolosa?

La segnalazione di insidia stradale con richiesta di sopralluogo e conseguente messa in sicurezza della strada deve essere indirizzata, con raccomandata A.R.:

  • Se si tratta di STRADA COMUNALE: Al Sindaco del Comune di ____________
  • Se si tratta di STRADA PROVINCIALE: Al Presidente della Provincia di ____________________
  • Se si tratta di STRADA REGIONALE: Al Presidente della Giunta della Regione ____________
  • Se si tratta di STRADA STATALE: All’ANAS SpA via Monzambano 10 – 00185 Roma
  • Se si tratta di AUTOSTRADA: Autostrade per l’Italia SpA via Bergamini 50 – 00159 Roma e p.c. all’ANAS SpA via Monzambano 10 – 00185 Roma

La segnalazione di queste situazioni è un atto di altruismo che, responsabilizzando l'ente che riceve la segnalazione, contribuisce a migliorare la sicurezza di tutti e, probabilmente a salvare qualche vita umana.

 

Tagged under: Circolazione, sicurezza,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.