Esportazione di auto o moto all'estero da parte di cittadino straniero

Stampa
Categoria principale: Pratiche auto Categoria: Radiazione
Creato 18 Ottobre 2011 Ultima modifica il 12 Luglio 2014
primi sui motori con e-max

Aggiornato con le NUOVE REGOLE PRA PER LA RADIAZIONE PER ESPORTAZIONE DEI VEICOLI del 14 LUGLIO 2014

E' sempre più frequente il caso di cittadini stranieri, comunitari ed extracomunitari, che acquistino veicoli (auto, moto camper talvolta anche incidentati oppure non idonee alla circolazione per via delle norme anti inquinamento) per esportarli e rivenderli nei loro paesi di origine.

Gli stranieri hanno convenienza a comprare automobili di seconda mano da portare, ad esempio in Russia, Romania o Albania, per poi poterle vendere a condizioni vantaggiose.

Nei paesi di destinazione hanno infatti mercato anche quelle auto che in Italia sono considerate obsolete e, in alcune province, non possono neanche circolare in quanto non rispettano le normative anti inquinamento.

Si tratta dunque di una opportunità per gli italiani che devono liberarsi di un'auto commercialmente vecchia ma che le nuove norme hanno sicuramente reso più difficoltosa.

Come garantirsi per non correre rischi quando si vende l'auto ad un cittadino straniero che deve portarla all'estero?

  • Quale e' la prassi migliore da seguire nel rispetto della burocrazia delle pratiche auto e delle nuove norme sulla radiazione per esportazione del 14 luglio 2014?
  • Che documenti servono per regolarizzare la cessione al nuovo acquirente straniero?
  • Come comportarsi per non trovarsi a dover pagare il bollo auto di circolazione?
  • Come tutelarsi?

Chi esporta definitivamente il veicolo deve presentare al Pubblico Registro la richiesta di radiazione per definitiva esportazione.

Sicuramente le nuove disposizioni rendono più complicato la vendita dell'auto ad un commerciante straniero che la deve poi esportare all'estero.

Infatti non è più consentita la radiazione preventiva ma occorre che il veicolo sia già trasferito all'estero o sia regolarmente in viaggio.

In attesa di eventuali modifiche, ci sono quindi due possibilità:

  1. Vendere l'auto al cittadino straniero che se la intesta al PRA e provvederà quindi all'esportazione (soluzione più sicura per chi vende
    Il codice della strada prescrive che per potersi intestare un veicolo occorre  essere residente in Italia (articolo 134 del Codice della Strada, modificato dal Dlgs 30/07 che ha escluso l'ammissibilità della residenza normale per i cittadini comunitari richiedendo anche per questi soggetti l'iscrizione all'anagrafe dei residenti e quindi il requisito obbligatorio della residenza in Italia)
  2. Vendere l'auto al cittadino straniero che ha preventivamente portato l'auto all'estero e poi fa la radiazione per esportazione (soluzione più comoda per chi acquista)
    Lo straniero che non abbia la residenza in Italia può acquistare un veicolo solo se contestualmente alla trascrizione del trasferimento di proprietà al Pubblico Registro Automobilistico presenta la radiazione per definitiva esportazione.
    Si trova infatti, giuridicamente, nella posizione di essere proprietario ma non intestatario al PRA  (art 2688 cc ) per cui è possibile non trascrivere l'atto di vendita ma allegarlo alla richiesta di radiazione. 
    In questo modo il certificato di radiazione per definitiva esportazione verrà rilasciato con l'indicazione che la richiesta è presentata dal proprietario non intestatario e ne riporterà nome e cognome.

IMPORTANTE -> A questo link le nuove regole per la radiazione per esportazione 

Quando non può farsi la radiazione per esportazione?

La radiazione per esportazione non può essere trascritta al PRA quando sul veicolo è iscritto un fermo amministrativo oppure un vincolo.


primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna