Ho comprato, venduto, una macchina: come aggiorno i documenti di guida?

L'acquisto dell'auto nuova

Quando si compra un'auto nuova, normalmente è il concessionario che pensa al disbrigo di tutte le pratiche burocratiche ed amministrative necessarie per il rilascio dei documenti automobilistici: il libretto di circolazione ed il certificato di proprietà.

Avremo così i nostri documenti senza dover far nulla e senza dover perdere tempo in giro per i vari uffici.

Per un inspiegabile motivo è difficilissimo (impossibile per le immatricolazioni delle auto nuove) ottenere uno sconto sul prezzo di acquisto in cambio dell'onere di svolgere noi stessi, presso gli uffici predisposti (ACI e Motorizzazione), le pratiche per il rilascio dei documenti automobilistici relativi all'immatricolazione dell'auto.

L'acquisto dell'auto usata

Se compriamo un'auto usata ci possono essere due possibilità:

  • Acquisto presso un autosalone;
  • Acquisto diretto da privato.

Queste due situazioni hanno qualcosa in comune:

Nel primo caso il commerciante ci propone l'aggiornamento dei documenti tramite un'agenzia di pratiche auto di sua fiducia. Nel secondo caso una delle due parti può sentirsi più sicuro che tutto sia svolto in regola e nel migliore dei modi delegando l'agenzia di pratiche automobilistiche.

In effetti i professionisti della materia danno sempre una garanzia in più: anche se il loro ruolo tecnicamente è quello di fare da intermediari nella raccolta e consegna della documentazione presso gli uffici, in realtà la loro professionalità ed esperienza nel settore ci consente di ricevere anche un'assistenza globale sull'acquisto.

Il problema è che questo quid in più di assistenza, giustamente, si paga.

Valutate quindi la possibilità di effettuare gli aggiornamenti della proprietà da soli, rivolgendovi agli uffici pubblici ai quali devono rivolgersi anche le agenzie, ossia: la Motorizzazione Civile ed il Pubblico Registro Automobilistico.

Questi uffici hanno una sede presso ogni provincia e, normalmente sono aperti solo al mattino.

Le procedure ora sono tutte automatizzate e grazie allo Sportello Telematico dell'Automobilista (STA) gli uffici di ACI e Motorizzazione sono in grado di rilasciare i documenti aggiornati a vista.

Possono anche svolgere funzioni notarili per cui, portando solo la marca da bollo, effettuano l' autentica della firma sull'atto di compravendita evitandoci  il costoso ricorso del notaio.

Presso questi uffici, per effettuare il trapasso auto, si pagano gli importi previsti dalle tabelle ministeriali che sono costituite dall'Imposta Provinciale di Trascrizione, dalle imposte bollo ed agli emolumenti per la trascrizione.

Questi ultimi sono importi fissi molto bassi rispetto al totale complessivo (circa 30 euro dia per il PRA che per la Motorizzazione).

Facendo la pratica 'da se' la spesa è sensibilmente più bassa rispetto a quello proposta dall'agenzia.

I tempi di attesa sono dignitosi e non è complicatissimo concludere l'operazione!

Articoli collegati: