A+ A A-
  • Categoria: Attualità

ISEE, nuove regole per il calcolo della situazione economica equivalente dal 2014.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L' ISEE, è un indicatore della situazione economica equivalente gestito dall'Inps.

Dall'analisi della situazione reddituale e patrimoniale della famiglia deriva la possibilità di poter usufruire i servizi ed agevolazioni come:

  • agevolazioni per la scuola e l'università,
  • posto negli asili nido,
  • sconti fiscali sulla IUC,
  • bonus bebè,
  • assegni familiari,
  • reddito di cittadinanza,
  • fornitura gratuita dei libri scolastici,
  • sconti sulle bollette, servizi sanitari ed altro.

Dal 2014 il calcolo dell'ISEE vedrà l'integrazione all'autocertificazione di una serie di informazioni acquisite direttamente dall' INPS e dell'Agenzia delle Entrate.

Nel nuovo Isee, inoltre, entreranno automaticamente tutti i beni di lusso intestati a componenti del nucleo familiare.

Gli elementi di calcolo del nuovo ISEE.

IL NUCLEO FAMILIARE

L'ISEE viene calcolato sulla base del nucleo familiare, ossia quello anagrafico. Del nucleo fanno parte anche i figli maggiorenni non conviventi, purché a carico dei genitori e non coniugati. Sulla base dei componenti si applica al totale ISEE un indice di equivalenza.

I REDDITI, CONTI CORRENTI E RENDITE FINANZIARIE

L'ISEE prende in considerazione sia i redditi che i patrimoni.

  • Il reddito da lavoro dipendente beneficia di una franchigia del 20% fino a un massimo di 3.000 euro;
  • i redditi da pensione hanno una franchigia massima è di 1.000 euro;
  • l'indennità di accompagnamento per i disabili, con franchigie da 3.000 a 6.500 euro;
  • i redditi da locazione sottoposti al regime della cedolare secca;
  • gli interessi su conto corrente o conto deposito,
  • i rendimenti di titoli di Stato (Bot, Cct ecc.), azioni obbligazioni, fondi ecc.

 

PATRIMONIO

Entrano nella voce "patrimonio":

  • la parte di capitale, non di interessi, dei conti bancari (si considera il saldo attivo dell'ultimo trimestre dell'anno precedente alla dichiarazione);
  • i titoli di Stato al valore nominale al 31 dicembre dell'anno precedente; le partecipazioni societarie.

 

GLI IMMOBILI

Gli immobili pesano in due modi:

  • come reddito, calcolandolo col criterio dell'Imu cioè coi valori catastali rivalutati (rendita catastale + 5% x coefficiente di rivalutazione). E' prevista però una franchigia di 5.000 euro + 500 euro per ogni altro familiare (max 7.000 euro, cioè 5 persone);
  • come patrimonio, considerando ancora il valore dell'immobile rivalutato.

Vanno compresi gli immobili posseduti all'estero.

Si detrae la parte di mutuo ancora da pagare.

Il valore della prima casa si considera per 2/3.

L'ISEE "CORRENTE"

Se il tenore di vita si abbassa è previsto l'ISEE corrente, che può essere fatto in caso di scostamenti significativi (superiori al 25%) dall'Isee precedente e si riferisce a un periodo più vicino al momento della richiesta della prestazione.

I CONTROLLI SULLE DICHIARAZIONI

Chi vuole usufruire dei servizi e delle agevolazioni sociali legate all'Isee deve presentare all'ente erogatore la Dsu (dichiarazione sostitutiva unica), cioè la domanda che consente di elaborare la situazione Isee del suo nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione fino al 15 gennaio dell'anno successivo.

L'ente ricevente la trasmette online al sistema informativo dell'Isee che viene determinato incrociando i dati dichiarati con quelli già posseduti e quelli acquisiti dall'Agenzia delle Entrate che svolge automaticamente dei controlli.

L' ISEE viene comunicato al contribuente sempre online o rivolgendosi alla sede Inps competente.

 

  • Categoria: Attualità

Monitorare l'accesso ad Internet in banda larga con Ne.Me.Sys.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Come controllare la velocità di accesso ad internet?

Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) è il software che consente di verificare che i valori misurati sulla propria linea telefonica siano effettivamente rispondenti a quelli dichiarati e promessi dall'operatore telefonico nell'offerta contrattuale sottoscritta.

Ne.Me.Sys. è realizzato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e l'Istituto superiore delle comunicazioni.

SI tratta di un software gratuito che consente agli utenti di valutare autonomamente la reale qualità dell'accesso ad Internet in banda larga da postazione fissa.

Il software opera una misurazione in progress dei dati di collegamento ad internet con 24 misure ricadenti in una specifica fascia oraria.

Se nell'arco delle 24 ore seguenti all'avvio dei test, non vengono completate tutte le 24 misurazioni, il software Ne.Me.Sys. provvederà ad effettuare quelle mancanti nei due giorni successivi. Una volta completato il test, all'utente sarà rilasciato un pdf certificato con i risultati delle misurazioni effettuate.

Nel casio in cui l'utente rileva valori di accesso ad internet peggiori rispetto a quelli garantiti dall'operatore, il risultato di tale misura costituisce prova di inadempienza contrattuale e può, quindi, essere utilizzato per proporre un reclamo e richiedere il ripristino degli standard minimi garantiti o per esigere il recesso senza costi dal contratto.

Ne.Me.Sys. si scaricabile gratuitamente dal sito www.misurainternet.it.

  • Categoria: Attualità

E' vietato vendere sigarette elettroniche con presenza di nicotina ai minori di 18 anni.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Divieto di vendita di sigarette elettroniche ai minori.

Sigaretta elettronica, divieto di vendita ai minorenniIl Ministero delle Salute, con Ordinanza del 2 Aprile 2013 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 100 del 30.4.2013, ha vietato la vendita ai minori di anni diciotto di sigarette elettroniche con presenza di nicotina.

La stessa ordinanza attribuisce alle autorita' sanitarie e di controllo ed agli organi di polizia la vigilanza sull'esatta osservanza del provvedimento.

Le sanzioni previste.

Nel caso di vendita a minorenne di sigarette elettroniche con presenza di nicotina si applicano le sanzioni indicate all'art. 25 del regio decreto 24 dicembre 1934, n. 2316, come modificato dall'art. 7 del decreto-legge 13 settembre 2012,  n.  158, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2012, n. 189.

Il divieto della vendita delle sigarette elettroniche con presenza di nicotina ai minorenni enta in vigore dal 1° Maggio 2013.

Cosa è e come funziona la sigaretta elettronica.

La sigaretta elettronica (o e-cigarette) è esteticamente simile alle sigarette tradizionali, ma è dotato di una batteria ricaricabile che consente di inalare il vapore di acqua ed altre sostanze come il glicole propilenico, il glicerolo uniti ad aromi alimentari. La nicotina può essere o meno presente.

A differenza della combustione tradizionale, manca la combustione quindi dimuisce il rischi cancerogeno pur dando al fumatore la sensazione di aspirare il fumo del tabacco della sigaretta.

Gli effetti sulla salute sono positivi in quanto, non essendovi combustione, i residui della combustione come il catrame e gli idrocarburi aromatici maggiormente responsabili delle gravi conseguenze per il fisico dei fumatori.

Poichè nei vapori delle sigarette elettroniche non sono contenuti residui della combustione queste sostanze, i rischi, soprattutto quelli derivanti da patologie oncologiche, sono evidentemente minori.

La sigaretta elettronica è attualmente considerata uno strumento di transizione verso la liberazione del fumatore dalla dipendenza della nicotina, ma visto i pochi studi disponibili, non si può affermare che non faccia male alla salute, tuttalpiù si potrà dire che fa meno male della sigaretta tradizionale.

Non dimentichiamo infatti che per la formazione del vapore acqueo vengono usate altre sostanze chimiche, come ad esempio il  Glicol dietilenico che è generalmente usato nell'antigelo auto, le nitrosammine e ovviamente la nicotina nei modelli che la consentono e per le quali dal 1° Maggio 2013 scatta il divieto di vendita ai minori.

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.