A+ A A-
  • Categoria: Mobilità

Boom delle biciclette elettriche in Italia. Possono viaggiare fino a 25 Km orari e percorrere fino a 90 Km orari con una carica di batteria.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La «bicicletta a pedalata assistita» è in perfetto ibrido: Un po' bici, un po' motorino. Il concetto è semplice come il funzionamento, mantenere la soddisfazione di una propulsione a suon di muscoli con un piccolo aiutino nelle situazioni più difficili: un'ottima combinazione di forza umana ed energia elettrica.

Un piccolo motore elettrico 'assiste' il ciclista e viene attivato con una pedalata, non c'è il comando dell'accelleratore, e rimane in funzione sino al raggiungimento della velocità limite preconfigurata. A questo punto il motore elettrico si disattiva e continua il normale funzionamento a pedali.

Una bicicletta a pedalata assistita, con un motore  massimo di 250 Watt, riesce a raggiungere la velocità massima di 25 Km/h.

In Italia il fenomeno sta crescendo. «Oggi se ne vendono circa 40-50mila unità l'anno, ma cinque anni fa il mercato era praticamente a zero», spiega Massimo Panzeri dell'Atala, storico produttore di due ruote a pedali.

Nel nostro Paese i marchi di punta si contano sulle dita di una mano, ma in Olanda e in Germania c'è una realtà consolidata che vale alcune centinaia di milioni di euro.

La domanda è in continua crescita, spinta dai sempre crecenti problemi ambientali delle nostre città ed anche la produzione si adegua.

Dai primi modelli, goffi e pesanti, si arriva ad uno styling accattivante e dal peso analogo a quello di una normale bicicletta da città.

Le batterie diventano sempre più piccole, ed aumenta l'installazione di quelle al litio,  più leggere ed efficienti, ma più costose di quelle al piombo.

Si ricaricano attaccandole a una normale presa di corrente comune e l'autonomia varia da 40 a 90 km, più che sufficienti per l'uso cittadino.

Molti esemplari offrono un'elettronica di gestione, che controlla lo stato di carica e permette di regolare la potenza del motore, scegliendo tra modalità sportiva ed economica. Una finezza in più, per risparmiare un po' di fiato quando serve.

Tagged under: Circolazione,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.