A+ A A-
  • Categoria: Mobilità

Bicifestazione 2012 a Roma. Proposte ed iniziative per salvare i ciclisti dai pericoli della strada.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Cosa è la 'Bicifestazione 2012'

Bicifestazione è la manifestazione nazionale promossa dal movimento #salvaiciclisti per il 28 aprile 2012 a Roma ai Fori Imperiali, ed in contemporanea con Londra, per chiedere alla politica interventi mirati a tutela dei ciclisti sulle strade italiane.

Chi è salvaiciclisti.

#salvaiciclisti è un movimento popolare e spontaneo non dipendente da partiti o altre associazioni che chiede alla politica di salvaguardare la sicurezza dei ciclisti sulle strade italiane sulle quali sono morti negli ultimi 10 anni 2.556 ciclisti.

#salvaiciclisti riprende l'iniziativa del Times 'Cities fit for cyclists' ed il manifesto di 8 punti diffuso sul web dai blogger italiani e rilanciato in rete sotto il nome di #salvaiciclisti.

In pochi giorni la campagna viene sposata dai principali quotidiani nazionali tra cui la Gazzetta dello Sport, il Fatto Quotidiano e, seppure in modo non ufficiale, anche da Repubblica, dal Corriere della Sera, da Paese Sera e dalla freepress Metro.

In meno di una settimana gli 8 punti del manifesto del Times vengono convertiti in un disegno di legge sottoscritto da oltre 60 parlamentari di tutte le forze politiche (tranne la Lega) attualmente in fase di approvazione al Senato.

A due settimane dal lancio della campagna, i blogger italiani lanciano l'iniziativa 'Caro Sindaco', una lettera con cui si chiede l'implementazione a livello locale di 10 punti per favorire la ciclabilità e la sicurezza dei ciclisti nelle città Italiane. Hanno raccolto favorevolmente l'appello, tra gli altri, i sindaci di Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Ferrara, Napoli.

Cosa viene chiesto alle Istituzione per proteggere i ciclisti sulle strade?

Tra le altre cose, le iniziative chiedono:

  • l'istituzione nell'ambito urbano delle 'Zone 30' ossia l'abbasamento da 30 km orari della velocità dei veicoli a motore,
  • la costruzione di strutture atte a favorire la ciclabilità nelle città,
  • il monitoraggio e ripensamento delle strade e degli incroci più pericolosi
  • un maggiore impegno per contrastare il fenomeno della sosta selvaggia.

I risultati sperati da bicifestazione 2012.

Sensibilizzare la cittadinanza serve a far capire, ed apprezzare, la bellezza di una nuova vivibilità delle nostre città, liberandosi dalla schiavitù, anche economica, della benzina, godere della libertà di vivere e muoversi liberi dal traffico e dalle emissioni che produce, per la salvaguardia della salute nostra e dei nostri figli.

Dovremo essere tanti, alla bicifestazione 2012, in modo da ribadire che è tempo di cambiare strada, di abbandonare quella giungla tossica di lamiere, mortifera e suicida.

Bisogna che tutte le persone inizino a sentire la nostra stessa esigenza di una radicale trasformazione dei sistemi di mobilità, riconoscendo la ciclabilità come unica soluzione efficace e ad impatto zero per gli spostamenti su distanze medio-brevi in città.

Bisogna iniziare da qui il percorso di un cambiamento che da troppi anni questo paese attende, prigioniero di una mobilità motorizzata autocentrica ed ormai insostenibile non solo sul piano della vivibilità dei centri urbani e della salute collettiva, ma ormai anche su quello strettamente economico.

Chi ha aderito alla campagna 'Salvaciclisti'

Hanno già aderito alla campagna salvaciclisti, attraverso il gruppo su Facebook, oltre 15.000 persone tra cui Margherita Hack, Filippa Lagerbäck, Lorenzo Jovanotti, Litifiba, Marc Augé, Susanna Tamaro.

Come fare per aderire alla bicifestazione a Roma del 28 aprile.

  • iscriviti al gruppo: facebook.com/groups/salvaiciclisti;
  • seguici su facebook.com/salvaiciclisti;
  • seguici su Twitter: @salvaiciclisti
  • contribuisci alla discussioni;
  • iscriviti o crea un gruppo della tua città;
  • usa l'hashtag #salvaiciclisti nei tuoi tweet che riguardano le bici;
  • visita il sito: www.salvaiciclisti.it 

 

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.