Rinnovo patente di guida italiana: come fare, dove andare, quanto costa.

Stampa
Categoria principale: Burocrazia Categoria: Patente
Creato 23 Aprile 2012 Ultima modifica il 22 Luglio 2013
primi sui motori con e-max

Il rinnovo della patente di guida italiana di un cittadino residente in Italia.

La patente di guida deve essere rinnovata a scadenze diverse a seconda della categoria di patente posseduta e dell’età del conducente.

La patente B ha una validità di 10 anni, al termine dei quali va rinnovata, mentre, una volta raggiunti i 50 anni, essa va rinnovata ogni 5 anni, per poi diventare 3 al superamento dei 70 anni. La validità della patente è indicata all'interno del documento stesso, sotto la dicitura 'data di scadenza'. Rinnovare la patente di guida scaduta non è difficile.

Il rinnovo della patente si può richiedere tramite uno studio di consulenza automobilistica oppure da privatisti. In questo caso occorre effettuare una visita medica presso una delle autorità sanitarie previste dall’art. 119 del Codice della strada, con modalità e costi diversi a seconda della struttura medica e della categoria di patente da rinnovare. Per la visita occorre pagare il compenso fissato dalle autorità sanitarie

Prima di effettuare la visita medica per il rinnovo patente occorre:

  • una marca da bollo da 16,00 euro da applicare sul certificato medico;
  • l'attestazione di versamento su conto corrente postale n. 9001 degli importi previsti (attualmente 9 €);
  • il certificato anamnestico rilasciato dal medico di fiducia che dichiari i precedenti del richiedente. Presso alcune sedi puo essere sostituito dalla dichiarazione anamnestica, ossia un dichiarazione sostitutiva negativa per patologie invalidanti redatta e firmata dall'interessato alla presenza del sanitario certificatore ai sensi della circolare del Ministero dei trasporti prot. n° B5664/60d3 del 18/7/95

La ricevuta del versamento effettuato deve essere conservata dal titolare della patente per il periodo di validità della patente stessa;

Presso quale medico si può fare la visita medica per ottenere il certificato richiesto per la patente di guida?

La visita medica, necessaria per l'accertamento dei requisiti fisici e psichici di idoneità alla guida, può essere svolta presso una delle autorità sanitarie previste dall’art. 119 del Codice della strada, ossia:.

  • Medico di una Asl che abbia la sezione medico-legale;
  • Ispettore medico delle Ferrovie dello Stato;
  • Medico militare;
  • Medico della Polizia di Stato;
  • Medico del ruolo dei medici del ministero della Salute;
  • Medico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
  • Ispettore medico del ministero del Lavoro.

Durante la visita di accertamento dei requisiti fisico-psichici, viene verificata, soprattutto, la capacità visiva, tramite visita oculistica, del patentato.

Come si riceve il tagliando di rinnovo della patente.

Il certificato medico che attesta il possesso dei requisiti fisici e psichici per la guida, e le eventuali limitazioni, viene trasmesso alla Motorizzazione civile dal sanitario stesso o dai suoi uffici.

L'UCO (Ufficio centrale operativo ), ricevuta la documentazione, trasmette al titolare, tramite posta, un tagliando di convalida che questi provvede ad applicare sulla sua patente.

Cosa fare se non si riceve il tagliando di rinnovo della patente di guida.

Se il tagliando di aggiornamento della patente non dovesse pervenire entro quaranta giorni dalla visita medica, il titolare della patente stessa deve telefonare al numero verde 800-232323 della Motorizzazione civile.

La telefonata è gratuita: gli operatori rispondonodal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Cosa fare se il tagliando di rinnovo della patente di guida viene smarrito o è deteriorato.

Anche in questo caso, occorre telefonare al numero verde 800-232323 della Motorizzazione civile. L'UCO provvederà a reinviare un nuovo tagliando senza alcun costo per il titolare della patente rinnovata.

 

primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna