Cosa succede de il debitore non consegna l'auto pignorata all'IVG.

Stampa
Categoria principale: Pratiche auto Categoria: Vincoli
Creato 22 Ottobre 2015 Ultima modifica il 05 Novembre 2015
primi sui motori con e-max

Il pignoramento di un bene mobile registrato può effettuarsi:

  • con la materiale apprensione del bene da parte dell’ufficiale giudiziario presso il domicilio del debitore;   
  • con la notifica al debitore, e la successiva trascrizione al pubblico registro automobilistico, di un atto di pignoramento nel quale si indicano esattamente i beni e i diritti che si intendono sottoporre ad esecuzione (Art. 521 bis c.p.c. ex art. 19 DL 132/2014 conv. in L. 162/2014);  

 

Con la notifica del pignoramento, il debitore è obbligato a consegnare entro 10 giorni dalla notifica dell’atto, i beni pignorati nonché i titoli e i documenti relativi alla proprietà e all’uso dei medesimi all'Istituto vendite giudiziarie (IVG) competente per territorio.

Il debitore diventa automaticamente custode, senza diritto ad alcun compenso, del veicolo pignorato e di tutti gli accessori comprese le pertinenze e i frutti fino al momento della consegna dei beni all’IVG, che a questo punto ne assume la custodia.

Cosa succede se il debitore non consegna l’automobile all’IVG.

Se il debitore non consegna l’auto e tutti i documenti di circolazione della stessa all’IVG entro i 10 giorni previsti, fatto salvo l’eventuale responsabilità penale a carico del debitore che non abbia consegnato all’IVG i beni pignorati, oltre alla multa potrebbe scattare anche la revoca della custodia, inoltre se la polizia dovesse accertare la circolazione su strada del mezzo in questione procederebbe:

  • al ritiro della carta di circolazione e dei documenti relativi alla proprietà dellìauto pignorata;     
  • alla consegna il veicolo pignorato all’istituto vendite giudiziarie (IVG).

L’IGV ne assume così la custodia e ne dà immediata comunicazione al creditore pignorante a mezzo PEC.

Il giudice quindi può:

  • comminare al debitore, proprietario dell’auto, una pena pecuniaria (Ex art. 67 c 1 cpc), da 250 fino a 500 euro;  
  • disporre la nomina di un nuovo custode dell'auto;  
  • affidare all’I.V.G. l’incarico di stimare i beni pignorati, riservandosi in merito alla fissazione di udienza per la successiva vendita.

Il debitore proprietario e custode dell'auto, inoltre, potrebbe essere chiamato a rispondere del risarcimento per i danni provocati al mezzo a causa della circolazione.

 

primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna