Coronavirus, le scadenze e le proroghe che riguardano gli automobilisti

Il decreto per fronteggiare il Coronavirus Covid19, approvato il 24 marzo 2020 dal consiglio dei ministri, noto come "Cura Italia" e che fissa le regole per gli spostamenti urbani nonchè la chiusura delle attività commerciali scadrà il prossimo 3 aprile (salvo proroghe).

Ma il DPCM contiene anche importanti proroghe che riguardano gli automobilisti

  1. Bollo auto: il tributo è di competenza regionale per cui è disciplinata con le relative ordinanze. Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna hanno già deciso di sospendere il pagamento del bollo auto. Il provvedimento riguarda gli adempimenti tributari e i termini dei versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020.
  2. Patente: Le patenti scadute a partire dal 17 marzo 2020 sono prorogate al 31 agosto 2020.
  3. Revisioni auto: veicoli a motore ed i rispettivi rimorchi da sottoporre a revisione entro il 31 luglio 2020 potranno circolare fino al 31 ottobre 2020.
  4. CQC: La Carta di Qualificazione del Conducente «che attesta le capacità professionali di quei soggetti già in possesso di una patente di guida di categoria superiore (C/C+E, D/D+E) e che consente attività di autotrasporto di merci e persone scadrà a partire dal prossimo 30 giugno 2020».
  5. Foglio rosa: tutti quelli con scadenza compresa fra il 1° febbraio e il 30 aprile 2020 nonchè i Permessi Provvisori di Guida sprovvisti di visita medica andranno in scadenza il 30 giugno 2020. Sul foglio rosa l’Ufficio della motorizzazione civile annoterà l’indicazione “AUTORIZZAZIONE PROROGATA FINO AL 30 GIUGNO 2020 ai sensi del D.D. 10 marzo 2020”.
  6. Documento di identità: tutti i documenti di identità scaduti dal 17 marzo 2020 in poi sono validi fino al 31 agosto 2020 mentre la validità ai fini dell’espatrio resterà invece limitata alla data di scadenza indicata nel documento stesso. (art. 104 del decreto “Cura Italia”)
  7. Permesso di soggiorno: I permessi di soggiorno degli stranieri in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano validità fino al 15 giugno 2020. La domanda di rinnovo si potrà effettuare dopo il 15 giugno 2020.

Articoli collegati: