Per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, Autoinformazioni utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa vai su Approfondisci.

La Fondazione Filippo Caracciolo, Centro Studi dell'Automobile Club d’Italia, presenta alla Camera i 'Consigli per il corretto utilizzo dei seggiolini auto'.

Gondazione Caracciolo ACI Convegno alla CameraLa Fondazione Filippo Caracciolo, Centro Studi dell'Automobile Club d’Italia, è un istituto di ricerca indipendente e senza fini di lucro costituito allo scopo di realizzare e promuovere studi e ricerche nei settori dei trasporti, della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile.

La Fondazione Caracciolo offre, in questi settori, una pluralità di dati, analisi, strumenti di ricerca, servizi di formazione, consulenza ed assistenza.

Nell'ambito di queste attività, Martedì 29 maggio la Fondazione Aci, insieme ad Assogiocattoli, ha organizzato un convegno, che si terrà nella Sala delle Colonne della Camera dei Deputati (Via Poli n. 19) alle ore 10,30, intitolato "e viaggiarono tutti sicuri e contenti".

Il convegno vuole sensibilizzare i cittadini sul mancato uso dei seggiolini di sicurezza per i bambini sulle auto. Un fenomeno particolarmente importante se si pensa che solo 4 bambini su 10 dieci viaggiano regolarmente allacciati sul seggiolino. 

Con l’avvicinarsi dell’esodo estivo, nei lunghi viaggi fuori città come nei brevi tragitti urbani è necessario ricordare alcune importanti regole di comportamento.

Per questo la Fondazione ACI Filippo Caracciolo promuove il convegno che si terrà alla Camera.

Ecco il programma dei lavori moderati dalla Dott.ssa Valeria Covini, Direttore Insieme Sfera-RCS Mediagroup:

  • Introduce l’On. Mario Valducci, Presidente Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati
  • L’industria italiana dei seggiolini auto. Dr. Roberto Marelli, Vicepresidente Assogiocattoli, Responsabile settore puericultura
  • L’impegno dell’ACI per la sicurezza stradale: i bambini in auto. Ing. Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI - Automobile Club d’Italia
  • Parlare ai più piccoli per educare anche i grandi. Dott.ssa Maria Luisa Pellizzari, Direttore del Servizio di Polizia Stradale Ministero dell’Interno
  • Il corretto utilizzo dei seggiolini auto. Ing. Paolo Fumagalli, Esperto CSI - Ente di certificazione e testing
  • Conclude l’On. Silvia Velo, Vicepresidente Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati

Sul tema del trasporto sicuro dei bambini ACI è da anni parte attiva nella diffusione di un messaggio attivo di sicurezza.

ACI propone infatti gratuitamente, su tutto il territorio nazionale, in accordo con le strutture interessate (ospedali, scuole) un progetto dal nome "TrasportACI sicuri" con il quale vengono illustrate ai futuri genitori ed ai bimbi delle elementari le normative ed i consigli per il trasporto dei bambini, sin dal momento dell'uscita dall'ospedale dopo la nascita.

Ordinanze neve per regione. Sanciscono l'obbligo dell'uso di catene o pneumatici invernali sulle strade. (2)

Ordinanze neve, obbligo catene o pneumatici invernali.

L'obbligo per i veicoli di munirsi o avere a bordo catene da neve o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio può essere disposto gli enti proprietari o gestori della strada in base all'art. 6 comma 4 lettera e) del Codice della strada, dopo le modifiche della Legge nr. 120 del 29 luglio 2010 "Disposizioni in materia di sicurezza stradale".

Grazie alle informazioni pubblicate dalla Viabilità Italia di Polizia di Stato, gestito dal Ministero dell'Interno che lo aggiorna costantemente, vi proponiamo l'elenco, suddiviso per regioni, delle ordinanze emesse.

Vengono indicati i tratti della viabilità Autostradale ed Ordinaria dove è l'obbligo che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli ( catene da neve ) o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio.

Obbligo pneumatici invernali, gomme termiche 2012 - 2013.

Scarica l'ordinanza neve (pdf) della tua regione

Regione Abruzzo

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Basilicata

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Calabria

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Campania

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Emilia Romagna

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Friuli Venezia Giulia

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali

Regione Lazio

 

Scarica il PDF dell'ordinanza  obbligo catene opneumatici invernali.

Regione Liguria

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Lombardia

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Marche

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali

Regione Molise

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali

Regione Piemonte

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Puglia

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali

Regione Toscana

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Trentino Alto Adige

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Umbria

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Sicilia

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali

Regione Valle D'Aosta

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

Regione Veneto

 

Scarica il PDF dell'ordinanza obbligo catene o pneumatici invernali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Fonte Polizia di Stato - ViabilitàItalia)

Ogni stagione ha la sua gomma: è ora di montare quelle estive.

Per ottimizzare la prestazione e, sopratutto la sicurezza in auto, occorre che l'auto abbia sempre le gomme a posto e, possibilmente, adeguate alla stagione.

Ecco quindi che ora, con l'avvicinarsi della bella stagione è il momento di scegliere gli pneumatici appropriati e quindi sostituire le gomme invernali con le GOMME ESTIVE.

Leggi l'articolo delle prove  TCS

Le gomme invernali infatti sono ideali quando la temperatura è inferiore ai 7 gradi, con il caldo primaverile ed estivo tenderebbero quindi a deteriorarsi facilmente: un consumo anomalo che probabilmente inciderebbe sulla sicurezza di guida.

L'uso delle gomme non idonee provoca inoltre un consumo maggiore di carburante e di questi tempi ....

Le gomme estive migliorano il grip dell'auto e consentono la riduzione dello spazio di frenata, una maggiore maneggevolezza e silenziosità della vettura ed un minor impatto ambientale (non dimentichiamo che, con la circolazione, le gomme per l'attrito con l'asfalto si sbriciolano rilasciando nell'atmosfera sostanze inquinanti).

Quali gomme estive scegliere per la propria auto?

Il TCS ha esaminato 38 tipi di gomme estive delle 2 dimensioni più diffuse nelle piccole vetture e nelle compatte di classe media.

Gli pneumatici sono stati sottoposti a 13 tipi di esame molto severi per verificare le migliori prestazioni delle gomme estive testate. In particolare è stata collaudata la qualità sia su fondi stradali asciutti che sul bagnato nonchè l’usura del battistrada.

Un buon pneumatico estivo si distingue per delle prestazioni costanti di alto livello in tutte le situazione, ma nell'ambito delle gomme testate (ed in generale per ogni pneumatico) si riscontrano notevoli differenze di prestazioni dovute all'esigenza, per le case costruttici, di ottimizzare le prestazione in base a vari elementi come le caratteristiche del fondo stradale, le condizioni atmosferiche, lo stile di guida, l’economicità e l’ecologia.

I produttori di pneumatici sono quindi costretti a dei compromessi nella realizzazione dei loro prodotti, sia nella composizione della mescola della gomma, sia nella costruzione della struttura e del profilo, e ciò si riflette sulle caratteristiche finali della gomma estiva.

Il bilancio delle prove effettuate dal TCS è comunque convincente, infatti ben 30 dei 38 prodotti considerati hanno raggiunto la menzione "raccomandato".

Come prevedibile si sono imposte le marche più conosciute, anche se i prodotti "meno conosciuti" si sono, in ogni caso, piazzati bene. 

Un Qr Code per la sicurezza di ciclisti e motociclisti.

La Trizero di Lecco sta sperimentando sui caschi Airoh il sistema 'Safety QR Code', un sistema di informazioni per il pronto soccorso dei motociclisti basato sul QR code.

Il motociclista può inserire su una app per iPhone, iPad e smartphone con sistema operativo Android le informazioni sanitarie utili ai medici del pronto soccorso in caso di incidente, ad esempio: gruppo sanguigno, persone da informare, allergie, patologie, precedenti interventi.

il programma 'Safety Qr Code' è stato lanciato in collaborazione con la Croce Rossa ed i medici dell'Aife, Associazione Italiana Formazione Emergenza, a Genova.

La tecnologia protegge pedoni e ciclisti grazie ad un rilevatore Wi-Fi ad accesso diretto.

Si intensifica la ricerca per la protezione dei pedoni e dei ciclisti, elementi deboli della circolazione.

Anche la General Motors ha allo studio un software in grado di rilevare la presenza di pedoni e ciclisti nel raggio di circolazione dell'auto.

Il sistema è estremamente importante in caso di scarsa visibilità perchè individua, come se fosse un radar, la presenza dei pedoni e ciclisti sulla carreggiata segnalandola al conducente.

La particolarità del software GM Wi-Fi Direct , consiste nel fatto che consente  ai dispositivi Wi-Fi, come gli smartphone, iPhone, iPad di collegarsi tra loro senza la necessità della connessione con un hotspot wireless.

Con questa tecnologia i dati di posizione vengono rilevati con tempi ridotti fino a un secondo perché vengono eliminati i passaggi intermedi.

Tu sei qui:

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.
Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.
AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.