Tacco 12: Si può guidare con i tacchi alti?

Le scarpe buone per guidare possono anche essere sexy?

Le donne, ed in particolare quelle italiane, non rinunciano al tacco neanche quando guidano: è una questione di 'fashion'. 

Il Codice della Strada non indica alcun tipo di restrizione per le calzature da indossare alla guida quindi le donne hanno il piacere di portare a spasso in auto la propria femminilità ed eleganza sfoggiando un bel tacco del 12

Cosa prescrive il Codice della strada riguardo alle calzature da usare?

Una delle (sempre presenti) ricerche ha evidenziato che una donna italiana su due guida con le scarpe con i tacchi ed ha riportato una distribuzione geografica piuttosto interessante:

  • Il 18% delle donne di Brescia guida con i tacchi;
  • il 13% delle donne romane e cagliaritane;
  • il 10% delle palermitane;
  • a sorpresa, solo il 5% delle donne milanesi e di quelle fiorentine guida con i tacchi alti;
  • ancora più bassa le percentuale delle donne che hanno dichiarato di guidare con scarpe sportive.

 Con riferimento all'età delle intervistate:

  • al di sotto dei 24 anni (il 32% del campione), le donne sono sportive, guidano con le scarpe da ginnastica (più adatte all'abbigliamento casual) ed optano per il cambio delle scarpe in auto;
  • tra i 25 e i 34 anni (18%) c'è una netta preferenza per il tacco di almeno 10 cm;
  • tra i 35 e i 44 anni (16%) la scelta cade sui tacchi di media altezza;
  • le over 35 (37%) sono le donne al volante più prudenti: guidano con scarpe basse e comode.

In generale, quasi la metà delle italiane non rinuncia a usare il tacco alto quando si mette alla guida di un’auto, mentre il 24% delle donne intervistate ha dichiarato di non aver problemi a guidare con qualsiasi tipo di calzatura, infradito comprese.

I pericoli della guida con il tacco alto.

Al di là però delle ricerche, è opportuno sottolineare invece l'aspetto della sicurezza della guida con un tacco esageratamente alto.

L'esigenza di essere eleganti in ogni circostanza, sopratutto nel traffico cittadino, si scontra con l' instabilità creata da un tacco molto alto, il tacco inoltre può incastrarsi tra i pedali, la suola troppo liscia potrebbe far perdere aderenza sul pedale.

Una scarpa "inadatta" durante la guida aumenta il rischio di incidente, perché lo slittamento dei piedi sui pedali può compromettere la buona riuscita di una manovra improvvisa spesso necessaria, nel traffico cittadino, per evitare un incidente.

Alla guida è consigliato calzare sempre scarpe comode e che assicurino un perfetto controllo dell’automobile, non solo per le neopatentate ma anche per le donne più esperte.

Si può quindi guidare con le infradito? Cosa dice il Codice della Strada?

Il problema della calzatura idonea non riguarda solo le donne, ma anche gli uomini

Il 70% degli automobilisti italiani, uomini e donne, è ancora convinto che sia “proibito” guidare con le scarpe aperte o con i tacchi. Nonostante ciò, però, non rinuncia ad indossare scarpe ritenute “inadeguate” per la guida: oltre il 45% degli uomini sceglie le infradito in estate, contro il 53% delle donne.

Il Codice della Strada non vieta la guida con infradito o con i tacchi seppur ciò comporti dei rischi.

Il Codice è, però, chiaro riguardo al comportamento da utilizzare per guidare in sicurezza: "Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale" (art. 140, comma 1 CdS).

Guidare con i tacchi alti oppure con gli zoccoli o le infradito rappresenta quindi un'insidia da non sottovalutare.

Peraltro, in caso di sinistro la compagnia assicuratrice potrebbe rivalersi sull’assicurato. Vale infatti la sentenza della Cassazione Penale, sez. IV, 24 maggio 1978, n. 6401, che così riportava: "Lo slittamento del piede dal pedale del freno non costituisce caso fortuito, ma imperizia del conducente e quindi trattasi di condotta sicuramente colposa".

Se quindi, in caso di incidente il guidatore indossava scarpe poco "adatte" alla guida, la compagnia può rivalersi sull'automobilista, dimostrando che la causa dell'incidente è (anche) il tacco oppure l'infradito.

Anche lo stile e l’estetica hanno il loro valore e l'attuale codice della strada (in passato più severo in questo senso) ora rispetta molto di più la femminilità della donna, in ballo però c'è la sicurezza di tutti ed ognuno di noi deve cercare di evitare situazioni di rischio, anche scegliendo la calzatura più idonea, comoda e sicura: adatta alla guida!.

Quindi niente tacco 12 ?

Niente affatto, ma non alla guida: se proprio non vi va l'idea di cambiare scarpa quando si entra in auto, c'è l'idea della scarpa Camileon Heels che consente, con un gesto, di passare dal tacco alto a quello basso a seconda di ciò che serve, e tutto in un’unica scarpa!

Fortunatamente, in barba alle ricerche, le donne italiane dimostrano spesso più attenzione alla guida dei colleghi maschi e, tacchi a parte, sono quelle più prudenti, che non lampeggiano in autostrada l'auto in fase di sorpasso, non viaggiano ad 80 Km/h sulla corsia di sinistra (con le altre vuote), non sorpassano pericolosamente a destra!

Quindi ... tacchi 12, a tutto gas!

Articoli collegati: