Incidente in moto per buca sulla strada, risarcimento ex art 2043 CC.

La buca sull'asfalto è una delle insidie maggiori per i motociclisti, quando è poco visibile, magari perchè coperta d'acqua, può essere una trappola micidiale che spesso porta a conseguenze molto gravi (empblematica l'esperiena di Alessio Tavecchio).

 

Normalmente a seguito di caduta e conseguenti lesioni per il motociclista o trasportato, è possibile chiedere il risarcimento dei danni, art 2043 CC, all'ente proprietario della strada per non ha provveduto alla riparazione o segnalazione della situazione di pericolo.

Una importante sentenza ha però individuato degli elementi di esclusione della citata responsabilità ai fini del risarcimento.

La Corte di Cassazione Civile, Sezione Terza, con sentenza n. 15308 del 19 giugno 2013, ha stabilito che se il tratto di strada in cui è avvenuto il sinistro risulta dissestato ma vi erano comunque le condizioni di piena visibilità al momento del'incidente, si può escludere che la buca che ha determinato la caduta del motociclista rappresentasse una situazione di pericolo imprevedibile e invisibile.

Nessuna responsabilità quindi può essere invocata ex art. 2043 CC nei confronti dell'ente proprietario della strada.

Video Alessio Tavecchio

 

 

Articoli collegati: