Per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, Autoinformazioni utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa vai su Approfondisci.

L'uso dei dispositivi di ritenuta per bambini: seggiolini ed adattatori, art. 172 cds.

Cosa sono i sistemi di ritenuta dei bambini (art 172 cds).

Il sistema di ritenuta è un dispositivo che serve ad evitare collisioni ed urti ai bambini in caso di incidente stradale.

Con l'entrata in vigore, dal 14 aprile 2006, del Decreto Legislativo 13 marzo 2006 n. 150, è stato modificato l'art. 172 del Codice della Strada: "Uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini".

I cambiamenti introdotti dalla nuova norma, sostanzialmente, sono: ogni volta che si occupa un posto a sedere su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti, conducente e passeggeri, utilizzarle e nel caso di trasporto di bambini di adottare i sistemi di ritenuta idonei (seggiolini o adattatori).

Nel nuovo assetto normativo, notevole importanza presentano le disposizioni che riguardano il trasporto dei bambini sugli autoveicoli.

La norma del codice della strada distingue a seconda del tipo di autoveicolo, delle caratteristiche strutturali dello stesso, dei dispositivi di sicurezza presenti e dell’impiego cui il veicolo è destinato.

Come ottenere l'esenzione dall'obbligo di indossare le cinture di sicurezza.

Esenzione dalle cinture

Le cinture di sicurezza sono un dispositivo concepito per ridurre il rischio di lesioni da incidente.

Esse fanno parte di un sistema integrato di sicurezza che comprende anche l'air-bag, il sedile ed il poggiatesta.

L'uso delle cinture di sicurezza è disciplinato dal Decreto Legislativo del 13 marzo 2006 n.150 che ha modificato l'art. 172 CdS, recependo la direttiva 2003/20/CE relativa all'uso obbligatorio delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini nei veicoli.

L'uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, è indispensabile nel caso di incidente stradale, sopratutto nel traffico cittadino, in quanto la mancata ritenuta della cintura di sicurezza può comportare conseguenze gravi, come lesioni al cranio o al viso, fratture vertebrali e traumi, derivanti dall'urto del capo e del corpo contro le strutture rigide dell'abitacolo.

Il trasporto dei bambini sulla moto, normativa e consigli per una guida sicura.

Bambini sicuri in moto.

Una delle situazioni di maggior pericolo, quando si trasporta un bambino, è quella in cui il pargolo viaggia in moto.

E' evidente l'alto rischio che questo tipo di trasporto implica, ciò nonostante ancora tanti motociclisti continuano a portare i loro figli sulla propria moto con estrema disinvoltura e sprezzo del rischio.

Troppi motociclisti contano sulla loro bravura ed esperienza pensando che basti per superare ogni situazione.

Tanti si affidano anche ad una serie di luoghi comuni: in città si guida a bassa velocità, il percorso per accompagnare i figli a scuola è breve quindi il rischio è minimo, niente di più sbagliato e rischioso:

Seggiolini anti abbandono per sicurezza banbini in auto.

Dopo il si alla Camera, dovrebbe presto essere introdotto l'obbligo dei seggiolini anti abbandono per la sicurezza dei banbini in auto. La nuova norma prevede l'obbligo di fornire i seggiolini auto per bambini di dispositivi acustici/visivo che ricordino al guidatore la presenza del bambino a bordo dell'auto.

Dopo l'approvazione in Senato, la legge che prevede i seggiolini con allarme obbligatori potrebbe entrare in vigore già dal 1° gennaio 2019 con l'introduzione anche di una detrazione fiscale fino a 200 euro.

Purtroppo i casi di abbandono del bimbo in macchina, quasi sempre per banale distrazione, non sono pochi è quindi giusto che la politica si impegni a proteggere i piccoli occupanti dei veicoli ampliando le norme per bambini in auto.

Isofix, il sistema di attacco dei seggiolini auto per bambini: cosa è, come si usa e come sceglierlo.

Cosa è il sistema di attacco per seggiolini Isofix

ISOFIX il sistema sicuro di aggancio del seggiolinoIl progetto ISOFIX (conosciuto negli USA come LATCH, "Lower Anchors and Tethers for CHildren" ) è il nuovo sistema di standardizzazione dell'aggancio tra i seggiolini auto per bambini previsti dal codice della strada ed un sedile di automobile.

Il sistema Isofix richiede una vettura predisposta con gli appositi agganci e sta sostituendo il tradizionale sistema che utilizza le cinture dell'auto.

Si tratta del sistema presente sulle auto prodotte in Europa dal 2005. 

Dal 2014, la nuova omologazione R129 i-size per isofix aumenta finalmente il livello di sicurezza del trasporto dei bambini grazie alle norme per il controllo degli impatti laterali ed all'obbligo del posizionamento del seggiolino in direzione contraria al senso di marcia.

Ulteriore aumento della sicurezza è data dalla normativa anti abbandono.

Lo standard del sistema di attacco Isofix per il trasporto sicuro dei bambini

Pur essendo uno standard, attualmente in Europa esistono due versioni del sistema Isofix: l'universale ed il semi-universale.

Sono obbligatorie le cinture di sicurezza posteriori?

L'art. 172 del Codice della Strada afferma che è obbligatorio usare le cinture di sicurezza, senza alcuna distinzione tra conducente del veicolo o passeggeri.

L'art. 172 cds riguarda quindi tutte le persone che sono a bordo del veicolo: sia che si trovino nel sedile anteriore sia che si trovino su quello posteriore.

Chi è obbligato.

L'obbligo di indossare la cintura di sicurezza anche per gli occuparti i sedili posteriori, DL 160/2004, riguarda:

Perchè i bimbi piccoli, quando viaggiano in auto, devono essere posizionati in direzione opposta al senso di marcia ?

I bambini viaggiano sicuri in auto se il seggiolino è posizionato in direzione contraria al senso di marcia.

Nei lontani anni sessanta gli scienziati svedesi, facendo ricerca sugli aspetti medici delle situazioni di traffico, hanno dimostrato che in caso di collisione era vantaggioso per i bambini piccoli essere seduti con il seggiolino in direzione opposta al senso di marcia.

Per questo motivo non ci sono seggiolini auto in direzione di marcia per bambini al di sotto dei 3 anni sul mercato Svedese.

Tu sei qui:

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.
Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.
AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.