Per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, Autoinformazioni utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa vai su Approfondisci.

Motor Valley Tours: entusiasmante esperienza per gli appassionati di motori

I Motor Valley Tours di Canossa Events

Canossa Events, azienda leader nella organizzazione di esperienze motoristiche con sedi in Italia, Nord America e Medio Oriente, presenta i Motor Valley Tours.

Un nuovo progetto turistico creato per chi vuole scoprire da protagonista e in piena sicurezza la Motor Valley, un territorio unico al mondo, che si è sviluppato intorno a Modena, dove il genio e l’ingegno applicati alla meccanica dei motori sono progrediti in parallelo a una grande tradizione gastronomica.

Canossa Events ha introdotto, in occasione del Motor Valley Fest Digital (14-17 maggio 2020) un’esperienza di turismo e lifestyle emozionante per esplorare il cuore pulsante del territorio con la visita ai suoi luoghi più iconici. L’iniziativa, che mira a contribuire al rilancio del turismo in Emilia, viene realizzata in collaborazione con Modenatur, punto di riferimento per l’incoming turistico per Modena, e con la Regione Emilia-Romagna.

Add a comment

L'intramontabile FIAT 600 auto del boom economico.

Fiumi di parole si sono detti sulla mitica Fiat 600, un'auto semplice che ha motorizzato tanti italiani nel periodo del boom economico e che può essere considerata la prima citycar “moderna”.

La mitica Fiat 600 compie 65 anni, venne prodotta dalla casa automobilistica italiana, guidata da Vittorio Valletta, dal 1955 al 1969 nello storico stabilimento di Mirafiori. Per il progetto della FIAT 600 Valletta incaricò Dante Giacosa, e la nova auto venne presentata a Ginevra il 9 marzo del 1955 nel Palazzo delle Esposizioni.

Problemi di stabilità e messa a punto accompagnarono i primi collaudi, ma la FIAT 600 migliorò velocemente, diventando presto un veicolo solido ed affidabile.

Nata per rimpiazzare l’obsoleta 500 “Topolino”, viene modificata nel 1957 aumentando la potenza a 22 CV e sostituendo i vetri scorrevoli con quelli discendenti.

La potenza fu ulteriormente aumentata negli anni successivi: 24 CV nel 1959 e 29 nel 1960 in occasione del lancio della FIAT 600 D.

Solo nel 1964 arriveranno le portiere a vento (con cerniera anteriore).

Oltre al nuovo motore quattro cilindri posteriore con cilindrata di 633 cm³ ed al favorevole rapporto prezzo/ prestazioni quello in cui la FIAT 600 si dimostro innovativa ed al passo con i nuovi tempi moderni, fu la strategia di presentazione: L’azienda torinese sfruttò le potenzialità della giovane Televisione Italiana per promuovere la sua nuova vettura. Grazie a una serie di cortometraggi realizzati da CineFiat, la Rai fu un veicolo di pubblicizzazione estremamente efficace per la nuova FIAT 600.

Complessivamente, Fiat produsse oltre 5.000.000 di esemplari del modello FIAT 600, di cui poco più della metà delle unità riservate al mercato italiano e le restanti esportate in Europa ma anche nella America del sud (Argentina e Cile) per la presenza dei tanti emigrati italiano

Add a comment

Cosa fare se su una auto storica è ancora iscritta al PRA una ipoteca già scaduta.

Auto storica con ipoteca

Tanti appassionati di auto e moto storiche sono in possesso di un veicolo su cui, al PRA, risulta ancora iscritta una vecchia ipoteca, relativa per lo più alla garanzia data al momento dell'acquisto del veicolo nuovo.

Infatti, fino agli anni 80, era normale che le finanziarie che intervenivano nel pagamento tutelassero il loro credito iscrivendo ipoteca sul veicolo. La normativa in vigore prevedeva che il debitore, al saldo del debito, richiedesse, tramite un notaio, l'atto di assenso alla cancellazione dell'ipoteca, titolo necessario per cancellare l'iscrizione dal PRA.

Dato però il costo del notaio, e quello della trascrizione, molti preferivano lasciare l'iscrizione dell'ipoteca basandosi sulla sua inefficacia per decorso del tempo.

Se però l'ipoteca rimane ancora (formalmente) trascritta al Pubblico Registro, su ogni successivo passaggio di proprietà continuerà a comparire la seguente iscrizione (con il credito aggiornato al corrispondente valore in euro): "Addì ##/##/1970, Iscritta ipoteca per ######### con atto del ##/##/1970 per l'importo di euro ####,## e scadenza del credito il ##/##/1974 creditore: ##############".

Add a comment

50 anni per la mitica Giulia Alfa Romeo, "l'auto disegnata dal vento", la berlina sportiva più amata dagli italiani.

La Giulia Alfa Romeo debuttava il 27 giugno del 1962 col compito di sostituire la Giulietta, la Giulia ne riprendeva lo schema meccanico di base.

La berlina sportiva del Biscione, è uno dei modelli più apprezzati di sempre della casa milanese. 

All'epoca la Giulia portava innovazioni importanti: a cominciare dall'aerodinamica, il CX di 0,34 era una valore davvero basso per una berlina sportiva (famoso lo slogan "la Giulia l'auto disegnata dal vento").

Add a comment

I prototipi Alfa Romeo che non conoscete.

Il museo dell' Alfa Romeo di Arese contiene dei veri e propri tesori che sono purtroppo conosciuti solo da pochi appassionati.

E' il caso di questi modelli perfettamente funzionanti e testati che testimoniano la superlativa tecnologia posseduta da Alfa Romeo da sempre all'avanguardia nella sperimentazione e nella ricerca di tecnologie all'avanguardia

Il video è molto bello ed interessante, tra l'altro l'autore è riuscito a scovare:

- la Alfa Romeo 164 adattata per i vigili del fuoco;
- la rarissima Alfa Romeo Matta;
- la AR tipo 103 (denominata pidocchio);
- Il prototipo Alfa Romeo per la sperimentazione del motore Wankel;
- l' Alfa 6 blindata per Papa Giovanni Paolo II;
- un favoloso Alfa Romeo Taxi New York;

ed altre interessantissime soluzioni tecnologiche che però sono rimaste solo a livello di prototipo.

Add a comment
Foglio Complementare

Il Foglio Complementare

Il Foglio Complementare è il documento di proprietà di un veicolo ed è stato rilasciato fino al 1994, per questo motivo quelli ancora in circolazione sono tutti relativi a veicoli storici.

Il Foglio Complementare veniva aggiornato ad ogni passaggio di proprietà e riportava, sullo stesso foglio (sul lato sinistro), tutta la storia dei passaggi di proprietà.

Sul lato destro del Foglio Complementare venivano annotate invece le ipoteche e loro cancellazioni.

In caso di vendita dell'auto il vecchio foglio complementare veniva quindi annotato con la nuova proprietà e ri-consegnato, insieme alla carta di circolazione, all'acquirente.

Attualmente però il termine 'Foglio Complementare' è spesso usato in modo improprio per indicare il Certificato di Proprietà (rilasciato per i veicoli dal 1994 in poi), dal quale però si differenzia in modo sostanziale.

In questo articolo si parla di:
- come fare duplicato del Foglio Complementare
- chi rilascia il Foglio Complementare
- che cos'è il Foglio Complementare
- quando è stato sostituito il Foglio Complementare
- quanto costa il duplicato del Foglio Complementare
- cosa fare se il Foglio Complementare è deteriorato
Add a comment

Modena Cento Ore 2020: il 20° Anniversary !

Il 20° Anniversario del Modena Cento Ore

Per il 20° anniversario della gara, il team di Canossa Events ha preparato un’edizione davvero speciale, che partirà da Roma e attraverserà l’Italia da sud a nord, proponendo 4 gare in circuito e 10 prove speciali, serate esclusive e un’accoglienza a cinque stelle.

I partecipanti hanno risposto con grande entusiasmo, facendo registrare il tutto esaurito mesi prima della chiusura ufficiale delle iscrizioni.

2-6 Giugno 2020: Queste le imperdibili date della nuova edizione della Modena Cento Ore, che in occasione del 20° anniversario si presenterà in un’edizione davvero speciale.

Per celebrare degnamente questo anniversario, Il team di Canossa Events ha preparato un’edizione unica, che vedrà gli equipaggi sfilare per quattro giorni sulle più belle strade che uniscono Roma, Firenze e Modena, sfidandosi su quattro famosi circuiti: Vallelunga, Magione, Mugello e Imola e in dieci prove speciali in salita su strade chiuse al traffico.

Il percorso attraverserà l’Italia da sud a nord in un susseguirsi di tappe spettacolari e seguirà un percorso panoramico in zone suggestive: colline, passi appenninici, città d’arte, laghi e piccoli borghi medioevali.

Add a comment

Tu sei qui:

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.
Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.
AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.