A+ A A-

Come aggiornare i documenti auto, e quanto costa, se si cambia residenza?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il cambio di residenza auto.

Cambio di residenza autoNormalmente, quando si cambia il proprio indirizzo, tutti gli aggiornamenti dei documenti avvengono in automatico.

Infatti, quando si cambia la residenza in comune, occorre indicare la targa del veicolo (auto, moto, camper) di proprietà.

Le targhe verranno segnalate agli uffici della motorizzazione civile che provvederà ad emettere, ed inviare presso il nostro nuovo indirizzo, i tagliandi da applicare sul libretto di circolazione (carta di circolazione) e sulla patente.

Il tutto senza nessun costo.

Successivamente la stessa motorizzazione comunicherà al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) il cambio di residenza del veicolo sulla base della targa.

Il PRA provvederà, anche in questo caso senza nessuna spesa da parte nostra, ad aggiornare gli archivi del Pubblico Registro.

Attenzione: essendo un aggiornamento d'ufficio, non verrà ovviamente aggiornato il Certificato di Proprietà che è in nostro possesso.

Ricordiamo che il CdP serve per trasferire la proprietà ad un nuovo acquirente.

E' importante quindi, all'inizio del ciclo (cioè qundo si comunicano in Comune le targhe delle auto) scrivere correttamente e con bella grafia il numero di targa per evitare che un numero scritto male venga mal interpretato e provochi un errore nelle fasi successive di invio del tagliando ed aggiornamento degli archivi.

Variazione anagrafica del destinatario regolarmente comunicata in Comune ma non riportata negli archivi Motorizzazione e PRA.

In caso di multa per violazione del codice della strada notificata al vecchio indirizzo, se l’interessato ha provveduto alla tempestiva comunicazione della variazione anagrafica al Comune e l’Amministrazione non ha proceduto all’aggiornamento dei relativi archivi, la notifica della contestazione effettuata al precedente indirizzo del contravventore risultante dagli archivi non aggiornati non può ritenersi correttamente eseguita, non potendo il ritardo dell’Amministrazione nell’aggiornare i propri dati produrre effetti negativi nella sfera giuridica del cittadino non inadempiente. (Cass. Civ., Sez. II, 18 gennaio 2010, n. 653)

 

Tagged under: Circolazione,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.