Sinistro e danni quando il veicolo è fermo, sono coperti dalla assicurazione ?

Danni quando il veicolo è fermo, sono coperti dalla assicurazione?

La responsabilità civile auto (RCA) è il contratto assicurativo con il quale la compagnia di assicurazione copre i danni provocati dal veicolo assicurato agli altri quando usate l'auto.

Si verificano però spesso situazioni di sinistri causati da veicoli in sosta (magari vietata), oppure provocati dalla apertura improvvisa dello sportello o dalla caduta del carico o durante le operazioni di carico e scarico merci.

In più occasioni qualche compagnia di assicurazione ha eccepito che il fatto che l'auto fosse in 'sosta' e non in 'circolazione' non desse luogo alla possibilità del risarcimento del danno, come previsto dall’art. 122 del d.lgs n.209/2005.

La Corte di Cassazione ha però deliberato che che occorre considerare “circolazione del veicolo”, ogni operazione propedeutica alla partenza, all’arresto o alla sosta di un veicolo e ogni attività che lo stesso è destinato a compiere e per la quale è autorizzato a circolare.

Questa sentenza toglie ogni dubbio sul fatto che le norme sulla RCA debbano essere applicate in caso di sosta, anche irregolare o di fermata, arresto del veicolo oppure del suo utilizzo sulla pubblica via.

L’assicurazione RCA deve quindi coprire ogni sinistro causato dall’utilizzo del un veicolo indipendentemente dall’uso che in concreto se ne faccia, purché si verifichino le condizioni:

1) che il sinistro si sia verificato sulla strada pubblica o aperta al pubblico (strada o area privata, ma utilizzata da una massa indistinta di persone);

2) che il veicolo possieda le caratteristiche tecniche per le quali è stato ammesso a circolare e che corrispondano alla sua funzione abituale.

Articoli collegati: