A+ A A-

Il climatizzatore auto: manutenzione ed igenizzazione, per un raffredamento efficiente e sano dell'abitacolo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Prima delle vacanze estive è opportuno, oltre all'olio motore alla giusta pressione degli pneumatici, controllare l'impianto di climatizzazione dell'auto per evitare di ritrovarsi in una sauna con il gran caldo.

La manutenzione e la pulizia del condizionatore auto sono attività molto importanti per la salute. Le impurità dell'aria diffuse all'interno dell'abitacolo da un impianto di condizionamento non sanitizzato possono infatti causare problemi alle vie respiratorie.

Quali sono i problemi più frequenti del condizionatore aria?

  • Scarsa resa da parte del climatizzatore sia per la temperatura che per il flusso d'aria all'interno dell'abitacolo.
  • Cattivi odori nell'abitacolo dell'auto;

Come risolvere i problemi più frequenti del condizionatore aria?

Se la resa del condizionatore è insufficiente, provvedere alla carica del gas refrigerante (freon). Non c'è una tempistica precisa per l'aggiunta del gas, se non ci sono perdite, una carica dovrebbe durare due o tre anni. Il prezzo per ricaricare il condizionatore d'aria di gas freon può variare da 50 a 100 €;

Se si notano cattivi odori all'interno dell'abitacolo occorre igienizzare l'impianto e sostituire il filtro antipolline che può essere sporco.

L'igenizzazione dell'impianto di condizionamento.

L'igenizzazione dell'impianto è importante in quanto l'umidità ed il passaggio d'aria possono favorire la formazione di funghi, che rendono insalubre, oltre a produrre la fuoriuscita di cattivi odori, inoltre l'aria sporca, immessa nell'abitacolo, può facilmente provocare allergie.

Questo problema può essere risolto con prodotti specifici facili da trovare nei negozi di autoricambi e nei centri commerciali. Questi prodotti servono per pulire i componenti del circuito refrigerante, eliminano i cattivi odori, proteggono l'evaporatore ed il radiatore dalla corrosione e purificano il circuito d'aria.

L'uso è abbastanza semplice:

  • occorre prima di tutto togliere il filtro antipolline;
  • abbassate i vetri dell'auto per areare l'abitacolo;
  • aprire le bocchette dell'aria;
  • accendere il condizionatore con la ventilazione d'aria fredda a bassa velocità;
  • nebulizzare il prodotto acquistato per circa 1 minuto in prossimità del filtro antipolline mentre l'aria circola;
  • spegnere il condizionatore e lasciare agire il prodotto igenizzante per 5 minuti.
  • riaccendere il condizionatore per 5 minuti;
  • infine, dopo lo spegnimento del condizionatore, areate l'abitacolo per 30 minuti.

Sono nocivi i prodotti in vendita per igenizzare i condizionatori?

Certamente l'abuso di prodotti chimici per la pulizia può influire sulla nostra salute. In genrale i prodotti in vendita e di qualità sono controllatie, usati nel modo appropriato, non provocano danni.

Prevalentemente i prodotti usati per la detersione e l'igenizzazione dei condizionatori auto contengono:

  • Detergenti;
  • Inibitori di corrosione;
  • Sali di ammonio quaternario (il principio attivo per la disinfettazione)

Ma cosa è un sale di ammonio quaternario?

Un sale di ammonio quaternario (Lisoformio e similari) (detto anche composto quaternario o, più semplicemente, quaternario) è un composto ionico di formula R4N+ X-. Gli idrati di ammonio quaternario, R4N+ OH-, formano alcheni ed ammine a seguito di eliminazione di Hofmann.

La formazione di sali di ammonio quaternario viene sfruttata per estrarre sostanze contenenti gruppi amminici -NH2 trattandole con acido diluito, come avviene, per esempio, nel caso degli alcaloidi.

A basse concentrazioni inibiscono le spore, i batteri, le alghe, i micobatteri.

A medie concentrazioni uccidono batteri, virus lipofilici, alghe, funghi.

Le proprietà battericide, utilizzate in medicina, vengono anche sfruttate per produrre detergenti con azione disinfettante.

E' mediamente inquinante.

Come mantenere in buona efficienza un condizionatore d'aria.

Per mantenere in buona efficienza un condizionatore d'aria sono ecessarie poche operazioni: innanzitutto è buona norma, anche in pieno inverno, farlo funzionare per almeno 10 minuti ogni 15 giorni.

Occorre inoltre verificare regolarmente lo stato del filtro del condizionatore. Se questo filtro è ostruito, l'arrivo d'aria nell'evaporatore è insufficiente e può allora comportare una disfunzione del condizionamento d'aria.

Tagged under: Circolazione,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.