Per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, Autoinformazioni utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa vai su Approfondisci.

Come ottenere il duplicato del Certificato di Proprietà o del foglio complementare in caso di furto o smarrimento.

Certificato di proprietà smarrito : Il duplicato del certificato di proprietà o del foglio complementare in caso di furto o smarrimento

In caso di smarrimento o furto del vecchio foglio complementare oppure del Certificato di Proprietà cd. cartaceo CDP (ossia quello rilasciato prima del 4 ottobre 2015) occorre richiederne i duplicato presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA). 

Il duplicato del Certificato di Proprietà cartaceo si può richiedere, oltre che al PRA, anche ad uno studio di consulenza o anche una delegazione dell'ACI.

Invece, il Certificato di Proprietà Digitale ( CDPD ) non può essere smarrito o rubato visto che è digitale quindi non bisogna fare nessuna denuncia !

Atto di vendita auto costo istruzioni e fac-simile

Atto di vendita auto : Come fare l'autentica

Anche in previsione del documento unico di circolazione, è possibile l'autentica dell' atto di vendita auto.

La prima operazione da compiere per regolarizzare l' acquisto della proprietà di un veicolo è la sottoscrizione ed autentica dell' ATTO DI VENDITA AUTO .

Giuridicamente la vendita è verbale (basta solo lo scambio del bene contro il prezzo), l' atto di vendita auto serve a garantire la certezza della data in cui è avvenuta la vendita.

Per questo motivo l'atto di vendita auto (autenticato) è necessario per la trascrizione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) della proprietà.

Come pagare importi PRA con PagoPA

Cosa è PagoPA

PagoPA è la piattaforma digitale che consente ai cittadini di effettuare i pagamenti alla Pubblica Amministrazione in modo veloce e moderno sollevando le amministrazioni stesse dai costi e dai ritardi dei metodi di incasso tradizionali.

Pagare importi PRA con PagoPA

Il servizio consente di effettuare il pagamento delle somme di spettanza ACI ed è riservato ai cittadini che si rivolgono agli Uffici Motorizzazione Civile per la richiesta delle formalità. PagoPA sostituisce il pagamento con bollettino postale degli importi PRA.

La ricevuta prodotta dal sistema verrà recapitata via posta elettronica entro pochi minuti al'indirizzo e-mail indicato in fase di predisposizione del pagamento. Detta ricevuta dovrà essere consegnata all'UMC - Motorizzazione per l'espletamento della pratica.

Modalità operative per effettuare il pagamento con PagoPA

Per effettuare il pagamento di tutte le pratiche richieste al PRA, quando ci si rivolge alla Motorizzazione e non direttamente agli sportelli ACI, si deve procedere nel seguente modo:
- Accedere al sito www.aci.it (menù servizi - Tutti i servizi - e scegliere il servizio denominato “Pagamento Formalità PRA presso UMC”, che permette di effettuare pagamenti di importi liberi);
- selezionare “nuovo pagamento”, compilare la maschera di inserimento inserendo i dati richiesti e specificando il codice pratica;
- effettuare il pagamento della somma totale dovuta al PRA per la pratica richiesta;
- compilare i campi inerenti le informazioni relative al soggetto che effettua il pagamento;
- viene rilasciata dal sistema la ricevuta, recante il c.d. IUV del pagamento tramite sistema PagoPA, essa va allegata alla pratica relativa alla formalità richiesta insieme alla ulteriore documentazione necessaria per lo svolgimento della stessa.

Pagare il bollo auto con PagoPA

Presso le Delegazioni ACI, come sempre, è possibile pagare la tassa automobilistica in totale sicurezza, in tutte le Regioni e nelle due Province Autonome di Trento e Bolzano. Il sistema dirotta, automaticamente, il pagamento su pagoPA, assolvendo all'obbligo di legge, con le consuete garanzie di affidabilità e assistenza garantite da ACI.

Cosa sono la Motorizzazione ed il PRA, quali sono le loro funzioni e competenze.

PRA AUTO - Cosa sono la Motorizzazione ed il PRA, e quali sono le loro funzioni e competenze?

Il Pubblico Registro Automobilistico PRA e la Motorizzazione Civile DTT, sono i due uffici pubblici che gestiscono la circolazione e l'aspetto amministrativo dei veicoli.

  • La Motorizzazione si occupa degli aspetti tecnici riguardanti la circolazione e rilascia la 'carta di circolazione'.
  • Il PRA (Pubblico Registro Automobilistico) si occupa delle vicende giuridiche che riguardano la proprietà e seguono la vita del veicolo e rilascia il Certificato di Proprietà (CdP).

Nel corso del 2020 i due documenti verranno accorpati e gli automobilisti saranno in possesso del Documento unico di Circolazione

Al PRA quindi si registra la proprietà dell'auto, nuova o usata, la perdita di possesso, a seguito es. di furto oppure appropriazione indebita, i fermi amministrativi richiesti dai concessionari della riscossione, le ipoteche, la radiazione per demolizione oppure esportazione, ma anche, a livello societario, il concordato preventivo o il fallimento.

Motorizzazione e PRA svolgono compiti che in altre nazioni sono accentrati in una sola funzione.

Nuova misura di sicurezza e controllo online degli Estratti Cronologici PRA

L'Automobile Club d'Italia gestisce il Pubblico Registro Automobilistico (PRA), nel quale sono riportate le iscrizioni, le trascrizioni e le annotazioni relative agli autoveicoli, ai motoveicoli e ai rimorchi, in quanto "beni mobili registrati" secondo le norme previste dal Codice Civile.

Il PRA rilascia su richiesta, tra gli altri documenti relativi ai veicoli il Certificato Cronologico (o Estratto cronologico Generale) del veicolo, ovvero il certificato che attesta la storia delle vicende giudico-patrimoniali del veicolo stesso, fin dalla sua iscrizione al PRA.

Il predetto certificato può essere emesso da tutti gli Uffici ACI PRA e dalle delegazioni ACI o agenzie di pratiche auto, solo se abilitate al servizio.

A tutela dell'utente, per individuare e contrastare eventuali casi di contraffazione, l'ACI dal 18 maggio 2015 permette di controllare on line l'autenticità degli estratti cronologici dei veicoli, verificandone l'effettiva provenienza dall'archivio del Pubblico Registro Automobilistico.

A partire da tale data i certificati cronologici saranno corredati da un codice (QR-Code) che consentirà tramite un qualsiasi dispositivo di lettura (es. telefono mobile) di visionare i dati del certificato così come memorizzati nell’archivio Pra.

In ogni caso sarà possibile verificare l’autenticità dei dati del certificato mediante accesso all’apposito sito web (stampato sul documento), digitando il codice del singolo documento stampato in calce al certificato.

E' possibile verificare l'autenticità dei certificati cronologici rilasciati dal 18 maggio 2015 in poi.

Come fare per prenotare l'accesso agli sportelli PRA

A PARTIRE DAL MESE DI APRILE 2019, l'ACI ha istituito il nuovo servizio di prenotazione per la richiesta di formalità agli Sportelli del Pubblico Registro Automobilistico (PRA), si potrà accedere agli sportelli SOLO SU APPUNTAMENTO.

Chi può prenotare e cosa?

  • Il privato cittadino può prenotare pratiche per veicoli di propria competenza;
  • Gli operatori professionali: Agenzie di consulenza automobilistica autorizzate ex legge 264/91, le Delegazioni ACI e i Demolitori possono prenotare pratiche per veicoli di competenza dei propri clienti.

Arriva l'imposta di bollo virtuale per l'autentica delle sottoscrizioni dell’atto di vendita

L’imposta di bollo diventa digitale e quindi virtuale (basta contrassegno telematico) per l'autentiche della firma necessaria per la vendita delle auto.

Via libera dall'Agenzia delle Entrate al pagamento virtuale dell’imposta di bollo per il rilascio dell’autentica delle sottoscrizioni degli atti di vendita di beni mobili registrati presso il PRA, Pubblico Registro Automobilistico, o per la costituzione di diritti di garanzia sugli stessi.

La novità, illustrata dalla Circolare n. 33/E 2015 dell’Agenzia delle Entrate, si inserisce all’interno d’un processo più ampio di digitalizzazione dei documenti (semplific@auto) e, al contempo, di realizzazione di un’Amministrazione pienamente digitale, la cui finalità guarda ad un esigenza duplice: innovare i processi e migliorare significativamente la qualità dei servizi resi ai cittadini e che vede come primo passo il rilascio del Certificato di proprietà in formato digitale: il CDPD.

Tu sei qui:

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.
Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.
AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.