Per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, Autoinformazioni utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa vai su Approfondisci.

Auto a metano, quando fare la revisione delle bombole.

ATTENZIONE: Proroga della revisione bombole metano, le bombole in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 (Decreto-legge 17 marzo 2020 n.18)

La manutenzione dell'impianto di alimentazione a metano nell'auto e molto importante per la sicurezza della circolazione.

La scelta dell'alimentazione a metano è legata a motivazioni di risparmio economico nei consumi e ad un senso ecologico e di rispetto dell'ambiente. Inoltre le auto con impianto a metano offrono vantaggi e costi di gestione contenuti, agevolazioni fiscali, accesso senza divieti alle zone a traffico limitato di alcuni centri cittadini al pari delle auto ibride.

A fronte di questi vantaggi le auto a metano richiedono però una manutenzione ed una verifica periodica molto importante delle bombole, bisogna perciò conoscere quindi quando effettuarla e quali costi comporta.

Revisione auto coronavirus: proroga dei termini

Come sappiamo, a causa dell'emergenza Coronavirus Covid 19 le revisioni scadenti entro il 31 luglio 2020 sono stare rimandate al 31/10/2020

La proroga è senza dubbio necessaria, ma pone almeno due problemi importanti:

  1. sicurezza sulle strade;
  2. irrealizzabilità di tutte le revisioni nel solo mese di ottobre.

Tra marzo e luglio 2020 potrebbero esserci 6,7 milioni di veicoli insicuri sulle strade (poichè rimasti indietro con la revisione obbligatoria), ad essi se ne devono aggiungere altri 1,3 milioni in scadenza nel mese di ottobre.

Revisione auto, più informatizzazione meno timbri.

Da lunedì 14 luglio 2014 scatta la rivoluzione telematica delle revisioni auto.

Annunciata dal Ministero dei Trasporti una circolare dello scorso 20 giugno, le revisioni auto abbandoneranno i vecchi "timbri" per entrare in una fase di maggiore informatizzazione.

L'esigenza è quella di impedire truffe e irregolarità garantendo, al tempo stesso, maggiore sicurezza della circolazione.

REVISIONE AUTO, come si fa, costi e sanzioni.

REVISIONE AUTO, perchè è importante.

La revisione auto serve ad accertare la tenuta delle condizioni di sicurezza dei veicoli ed il mantenimento entro i limiti di legge, dei rumori nonchè delle emissioni inquinanti in quanto il Codice della Strada prevede che i veicoli a motore ed i loro rimorchi debbano circolare in condizioni di massima sicurezza.

Per questo motivo, periodicamente, essi devono essere sottoposti a controllo.

Il controllo tecnico riguarda particolarmente pneumaticifreni, dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione, rumori ed emissioni inquinanti.

Sono obbligati ad effettuare la revisione i proprietari di autoveicoli e motoveicoli dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e ogni due anni dalla prima revisione.

Nuove norme europee per la revisione dei veicoli ed i controlli su strada.

Sono state approvate dall' Europarlamento nuovi standard minimi, da applicare in tutta la Comunità Europea, al momento delle revisioni periodiche dei veicoli per migliorare la sicurezza stradale.

E' stato quindi raggiunto un accordo tra i Paesi membri, che rimangono comunque liberi di imporre norme più severe di quelle previste a livello comunitario.

Cosa fare se la carta di circolazione viene ritirata dai vigili per mancata revisione?

Ritiro della carta di circolazione per mancata revisione

Quando, in autostrada, si circola con un veicolo che non è stato sottoposto alla prescritta revisione, gli Organi di Polizia, che a seguito di controllo accertino l'infrazione, oltre alle  sanzioni  pecuniarie ed accessorie previste  dall' art.80  del Codice  della  Strada  provvedono  ad annotare sul documento di circolazione che il veicolo stesso è sospeso  dalla circolazione fino a che non venga effettuata la revisione stessa ed il fermo amministrativo del veicolo.

Gli  stessi inviano  la carta di circolazione agli uffici della M.C.T.C della provincia sul cui territorio è stata accertata l'infrazione. 

Quando fare la revisione auto?

Ogni quanti anni si deve effettuare la revisione dei veicoli?

La scadenza per effettuare la revisione non è fissa, ma varia, in base alla tipologia del veicolo, da uno a quattro anni.

La regola generale tutte le autovetture e gli autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate devono essere sottoposte a revisione auto entro 4 anni dalla data di prima immatricolazione e successivamente ogni due anni, cioè un anno sì e un anno no (art. 80 del C.d.S.).

Queste scadenze si applicano ad autovetture, autocaravan, autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva non superiore ai 3.500 Kg e dall'anno 2003 anche a motoveicoli e ciclomotori.

Così, ad esempio, un'auto immatricolata nel 2010 deve fare la prima revisione auto nel 2014 e le successive nel 2016, 2018 e così via.

Tu sei qui:

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.
Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.
AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.