Acquisto di auto all'asta giudiziaria: conviene comprare?

ASTE GIUDIZIARIE AUTO: conviene comprare l'auto all'asta ?

Acquistare un'auto direttamente all'asta giudiziaria è un fenomeno che ultimamente sta creando, soprattutto nel privato, un interesse sempre maggiore. 

Un interesse pari anche alla vendita, tramite siti specializzati, di autoveicoli provenienti da aste giudiziarie auto.

Il motivo è semplice: l'acquisto delle automobili all'asta consente di ottenere un prezzo sensibilmente più basso di quello mercato, anche di automobili con alto valore commerciale.

La trafila non è complicata e l'utilizzo sempre crescente delle ASTE ON LINE rende l'acquisto di un'auto all'asta molto semplice,

Da dove provengono i veicoli che vengono venduti all'asta giudiziaria?

I mezzi che ogni giorno vengono messi all'asta giudiziaria provengono, per lo più, dalle vendite effettuate presso gli Istituti di Vendita Giudiziaria a seguito di procedure esecutiva.

Migliaia di beni, alcuni provenienti da società fallite, altri provenienti da persone fisiche che, per problemi economici, non riescono a far fronte ai loro impegni finanziari.

In momenti di crisi è infatti è molto frequente, purtroppo, il caso di acquisti di auto, anche di grossa cilindrata, ma di cui, poi, non si riesce ad 'onorare' il pagamento spesso per problemi di liquidità. In questi casi inizia da parte dei creditori la fasi di pignoramento dei beni (la c.d. procedura esecutiva) che, normalmente, si conclude con la vendita all'asta dei beni rinvenuti.

E' chiaro che il creditore ha tutto l'interesse a monetizzare velocemente il recupero del credito, quindi per invogliare gli acquirenti propone un prezzo di vendita sensibilmente più basso di quello di mercato.

I migliori  siti di aste online, come aggiudicarsi un'auto al prezzo più basso,

Il sito ufficiale degli Istituti Vendite Giudiziarie è www.ivgonline.it 
Molto frequentati sono anche 

  1. www.astagiudiziaria.com
  2. www.astegiudiziarie.it
  3. www.giustiziaIVG.it

Come avviene la vendita, tipi di aste giudiziarie auto.

Le aste giudiziarie auto possono avvenire secondo varie modalità:

  1. attraverso la vendita all' incanto, ossia attraverso una gara fra i vari offerenti;
  2. attraverso la vendita senza incanto;
  3. con trattativa privata

Le aste giudiziarie auto avvengono, prevalentemente, con la formula della trattativa privata e della vendita con incanto.

L' asta giudiziaria delle auto avviene in presenza del giudice o di un suo delegato. Nel bando di gara viene stabilito il prezzo di partenza ed il rilancio minimo.  

All'apertura dell'asta giudiziaria, gli acquirenti effettuano i vari rilanci a voce.

Si aggiudica il veicolo l'offerente con il prezzo più alto.

Per avere informazioni sulle aste giudiziarie auto, è opportuno rivolgersi alle fonti ufficiali.

Per valutare la convenienza della partecipazione all'asta è importante informarsi:
  1. sui prezzi di base dell'asta;
  2. sulle modalità di partecipazione;
  3. sulla possibilità di visionare il veicolo;
  4. sullo stato materiale ed il funzionamento;
  5. sulla presenza o meno della documentazione dell'auto. 

Quali rischi per chi compra l' auto all' asta giudiziaria?

E' importante sapere che le auto vengono vendute nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: non c'è quindi la possibilità di esaminare attentamente il veicolo in tutti i suoi elementi, motore sospensioni consumi ecc. e non è neanche possibile fare un test pratico alla guida del veicolo, insomma l'acquisto è al buio.

Molto spesso poi l'auto è sprovvista dei documenti di circolazione (libretto) e di proprietà (CDPD) oppure sul veicolo stesso è iscritto al PRA un fermo amministrativo auto. o una ipoteca.

Se l'auto è stata contraffatta (esempio telaio falso) bisogna mettere in conto probabilmente anche il cambio delle targhe o quanto meno il nuovo collaudo a seguito di ripunzonatura di quello falsificato.

Spesso mancano le chiavi con relativo master per la duplicazione.  Mettere una nuova serratura ha un costo elevato.

Nonostante ciò, si riesce spesso a portare a casa veri affari: automobili di grossa cilindrata spesso aggiudicate alla metà del loro valore.

Concluso il nostro affare con l'aggiudicazione dell'automobile che ci piace, dobbiamo mettere in conto un controllo presso il nostro meccanico di fiducia, se siamo stati fortunati possiamo cavarcela con il costo equiparabile a quello del tagliando previsto per il chilometraggio dell'auto.

A questo punto dobbiamo pensare alla regolarizzazione amministrativa della proprietà presso il Pubblico Registro Automobilistico ACI ed all'aggiornamento della carta di circolazione presso la Motorizzazione Civile. 

Come intestare al PRA l'auto acquistata all'asta giudiziaria.

La procedura per trascrivere al PRA la proprietà dell'auto acquistata all'asta è sostanzialmente analoga a quella della trascrizione di una normale vendita tra privati.

Per risultare intestatari al PRA ed aggiornare contemporaneamente la carta di circolazione tramite il tagliando adesivo da attaccare sulla stessa, occorre consegnare (previa prenotazione) la seguente documentazione:

  1. Verbale di vendita all'asta (originale o copia conforme in bollo);
  2. Certificato di Proprietà cartaceo del veicolo (CdP) non è necessario se invece era stato rilasciato un CDPD;
  3. Carta di circolazione;

Bisogna compilare i seguenti moduli (in distribuzione presso gli uffici o scaricabili dal sito)

  1. Stampato di presentazione PRA NP3B  Scarica Gratis;
  2. Mod. TT2119 (aggiornamento della carta di circolazione) Scarica Gratis

I documenti da portare per la trascrizione dell'auto acquistata all'asta giudiziaria:

  1. Documento d'identità in corso di validità;
  2. Codici fiscali di venditore ed acquirente.

Quali sono i costi per la trascrizione al PRA del veicolo acquistato all'asta giudiziaria auto?

I costi totali rivolgendosi agli sportelli del PRA personalmente e non tramite un intermediario (studio di consulenza automobilistica) sono così suddivisi:

  • euro 59,00 (emolumenti e bolli);
  • euro 28,40 (diritti DTT - Motorizzazione Civile per aggiornamento carta di circolazione);
  • euro xxxxx l'importo da corrispondere come Imposta Provinciale di Trascrizione sarà proporzionato alla potenza del veicolo espressa in KW e della residenza dell'acquirente, in base alle determinazioni delle singole Province.

Cosa fare se il veicolo viene venduto all'asta sprovvisto dei documenti di circolazione e proprietà?

Può capitare che i veicoli siano venduti all'asta sprovvisti dei documenti di circolazione (Carta di Circolazione) e proprietà (certificato di Proprietà) In questo caso la dichiarazione resa dal banditore nel corpo del verbale di mancanza del documento rappresenta titolo per richiederne il duplicato presso i rispettivi uffici: Motorizzazione e PRA. 

Cosa fare se sul veicolo venduto all'asta sono iscritti dei vincoli (fermo amministrativo, ipoteche, provvedimenti giudiziari)

Se sul veicolo acquistato all'asta sono presenti vincoli, per la cancellazione è necessaria una apposita ordinanza di purgazione, apposta in calce al verbale da parte del giudice delegato.

Si ripetono però spesso situazioni di disagio degli aggiudicatari che ricevono assicurazione dal cancelliere di poter perfezionare la trascrizione senza spese di cancellazione dei vincoli e gravami, mentre in alcuni uffici viene richiesto il pagamento delle spese e l'istanza di parte costituendo l'ordinanza di purgazione, il titolo da trascrivere.

La materia è in evoluzione, attualmente per la cancellazione del fermo amministrativo viene richiesta l'istanza di parte. 

Articoli collegati: