Guida dell'auto all'estero. Che cosa è, dove e come si fa la patente internazionale.

Cosa è, e come si ottiene, la patente internazionale.

La patente internazionale è il documento che consente di viaggiare nei Paesi che non appartengono all'Unione Europea (CEE).

Si tratta di una traduzione della patente di guida in tutte le lingue, il modello rilasciato secondo la convenzione di Vienna del 8.11.1968, ha validità 3 anni, qualora però all'atto del suo rilascio il documento di guida italiano esibito abbia un periodo di validità residuo inferiore a 3 anni, la patente internazionale avrà la data di scadenza coincidente con quella della patente nazionale.

Prima di effettuare il viaggio, è opportuno verificare sul sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it tutte le informazioni dettagliate al Paese che si intende visitare, per verificare se, oltre alla patente nazionale, occorre esibire un permesso internazionale di guida (patente internazionale).

La patente internazionale può essere rilasciata solo al possessore di patente nazionale, quindi emessa in Italia. Non è rinnovabile, ma alla scadenza bisogna richiederla nuovamente.

Esistono due distinti modelli di patente internazionale:

  • il modello "Vienna 1968", che ha una validità di 3 anni e
  • il modello "Ginevra 1949" che ha validità di 1 anno.

Entrambi i permessi internazionali di guida sono attualmente ottenibili in Italia, sempre nei limiti della validità della patente nazionale.

Patente internazionale USA

Alcuni Paesi (ad esempio Stati Uniti, India) riconoscono validità unicamente alle patenti internazionali conformi al modello "Ginevra 1949"

Dove si richiede la patente internazionale

Per richiedere la patente internazionale, occorre inoltrare la richiesta agli Uffici periferici del Dipartimento per i Trasporti Terrestri (DTT) compilando l'apposito modello in distribuzione presso gli Uffici stessi: ovviamente può anche essere richiesta tramite uno studio di consulenza automobilistica oppure una delegazione ACI.

Quali documenti occorre presentare per la ottenere la patente internazionale.

  • Istanza su modello TT746 (in distribuzione allo sportello Motorizzazione) compilato e sottoscritto
  • 1 marca da bollo (attualmente) da € 16,00;
  • la patente originale in corso di validità ed una fotocopia della stessa (ambo i lati);
  • 2 Foto (a sfondo chiaro, con capo scoperto) formato tessera. Se il presentatore della richiesta è lo stesso titolare della patente, una delle due foto verrà autenticata dall'impiegato addetto, se invece la richiesta viene fatta da un delegato una delle due fotografie deve essere preventivamente autenticata (ad es. in Comune);
  • Attestazione dei versamenti previsti sul c/c 9001 e sul c/c 4028. I bollettini di conto corrente postale e gli importi aggiornati sono reperibili presso gli Uffici Postali e gli Uffici Provinciali del Dipartimento Trasporti Terrestri.
  • Fotocopia codice fiscale;
  • il permesso di soggiorno o carta di soggiorno in originale e in corso di validità e relativa fotocopia nel caso di cittadini extracomunitari. Se la domanda è presentata da un delegato occorre la fotocopia del permesso di soggiorno con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale.
  • quando la domanda viene presentata da persona diversa dall'interessato, l'impiegato addetto alla ricezione, procederà all'identificazione del delegato a mezzo di un valido documento di identità personale dello stesso. Bisogna produrre anche la delega sottoscritta dall'intestatario della pratica con firma semplice accompagnata dalla fotocopia di un valido documento di identità del delegante.

Altri documenti necessari quando si guida l'auto all'estero:

  • Carta Verde, ossia il certificato di assicurazione internazionale che consente ai veicoli di circolare in un paese straniero in regola con gli obblighi previsti dall'assicurazione obbligatoria. Non è necesaria nei paesi comunitari. Verificare qui i paesi in cui è necessaria;
  • Carnet de Passages en Douane (CPD) è il documento richiesto a livello internazionale per poter importare per periodi limitati e in regime di franchigia doganale mezzi privati e commerciali. E' indispensabile per avere accesso in molti paesi (aderenti alla Convenzione Doganale di New York del 1954) e viene rilasciato, con la finalità di favorire il turismo internazionale, dall'ACI Automobile Club d'Italia. E' redatto sia in inglese che in francese e contiene i dati relativi al titolare ed al veicolo, l'identificazione dell'associazione che lo ha rilasciato, oltre al periodo di validità ed all'elenco dei paesi che lo riconoscono (verificare in dettaglio). Per il rilascio è necessario presentare: fidejussione bancaria o polizza assicurativa (vedi facsimile in sezione 'Modulistica') sul valore del veicolo a favore di Automobile Club d'Italia; carta di circolazione; numero identificativo del motore; passaporto valido; modello predisposto con le condizioni di rilascio firmato per accettazione (mod.4 CTD).
  • Delega a condurre, è consigliabile quando ci si reca in un paese straniero alla guida di un autoveicolo di cui non si è proprietari, essa deve necessariamente essere rilasciata dal proprietario del mezzo a favore dell'utilizzatore, con sottoscrizione autenticata da un notaio.

Articoli collegati: