A+ A A-

Sensori contro gli incivili che occupano il parcheggio dei disabili.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

parcheggio abusivo su posto disabili

Prima mossa significativa di un comune (quello si Firenze) che si attiva per tutelare tecnologicamente i disabili ai quali i 'furbetti del parcheggio' occupano il posto riservato.

Dice il sindaco di Firenze Nardella "A partire dai prossimi giorni a Firenze attiveremo con la polizia municipale una task force dedicata alla tutela dei parcheggi dei disabili.
Oltre a questa task force abbiamo già deciso con l'ufficio mobilità di lanciare un progetto, che realizzeremo entro l'anno, per installare dei sensori su tutti i parcheggi nominali riservati ai disabili, dotando gratuitamente i veicoli dei disabili di un microchip in modo tale che il sensore riconosca immediatamente l'auto e renda quindi fruibile il parcheggio. Il nostro obiettivo non è fare cassa con le multe, non ci interessa, ma tutelare i diritti dei disabili che hanno tanti problemi in città".

Parcheggi e barriere architettoniche

Il mancato rispetto della fermata su parcheggio disabili è un problema che affligge tutta Italia da nord a sud e possiamo verificarlo anche noi tutti, quotidianamente.

E' grave, come rilevato da Brumotti di 'Striscia la notizia', che ci sia tanta gente che non capisca la necessità di non occupare abusivamente i posteggi riservati ai disabili o non parcheggiare sui marciapiedi che, se possono essere aggirati da un pedone comune, costituisce invece una barriera insuperabile per un cittadino in carrozzina.

Chi approfitta del parcheggio disabili

Non abbiamo statistiche certe, ma speriamo che il numero degli incivili che non abbia nessun diritto sia veramente limitato, in buona parte però le auto portano il contrassegno dei disabili CUDE, ma non sono guidate dallo stesso e che non è neanche presente.

Chi guida un'auto munita di contrassegno disabili deve sapere che se il disabile non è a bordo del mezzo o non lo sta andando a prendere, non può e non deve lasciare il proprio veicolo sul parcheggio disabili, poiché si tratta di un atto improprio.

Non basta avere una persona disabile in famiglia per autorizzare tutti i componenti del nucleo familiare ad usare il tagliando CUDE per poter parcheggiare comodamente in un parcheggio disabili a proprio piacimento.

Eppure basta un attimo ed anche l'invincibile o il bullo di turno può trovarsi a dover utilizzare il posto riservato ai disabili !

Se vuoi il posto del disabile, prenditi pure la sua disabilità !

Tagged under: disabili,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.