A+ A A-

CUDE, Contrassegno Unificato Disabili Europeo, il contrassegno per i disabili dovrà essere conforme al modello comunitario.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

cude contrassegno unificato disabili europeoE' stata ratificata nel corso del Consiglio dei Ministri n.30 del 25/5/2012,  la raccomandazione del consiglio europeo del 4 giugno 1998 per l’unificazione del contrassegno per i disabili conforme al modello comunitario.

Il provvedimento di modifica del regolamento di esecuzione del Codice della strada, prevedendo il CUDE, garantisce la riservatezza degli interessati.

Il CUDE era previsto dalla Raccomandazione del Consiglio Europeo del 4 giugno 1998 e prevede appunto la riconoscibilità su tutto il territorio europeo del contrassegno ai fini della sosta nelle aree riservate e l'accesso al centro storico e zone a traffico limitato dei veicoli appartenenti ad un cittadino disabile.

La raccomandazione europea non era stata sinora recepita in Italia per una questione di privacy.

L'articolo 74 del Codice della Privacy (L.196/03) vietava infatti l'esposizione di simboli o diciture mentre il CUDE reca sul fronte non solo la dicitura ‘disabile', ma anche il simbolo internazionale delle persone con disabilità.

Il nuovo testo prevede che le generalità e l'indirizzo della persona fisica interessata siano riportati sui contrassegni con modalità che non consentano la loro diretta visibilità se non in caso di richiesta di esibizione o di necessità di accertamento.

Il rilascio del Contrassegno può essere accompagnato dal rilascio o dall’inserimento in esso di un congegno atto a segnalare l’ingresso nelle ZTL del veicolo al servizio del detentore del Contrassegno, indicato con il numero della targa (o del Contrassegno stesso debitamente esposto).

I nuovi Contrassegni saranno rilasciati ai nuovi richiedenti aventi diritto oppure andranno a sostituire quelli attuali man mano che scadono.

Tagged under: disabili,

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.