Entro quando cambiare la targa quadrata per i ciclomotori? (obbligo conversione entro dicembre 2011)

Dal luglio 2006 i ciclomotori (c.d. motorini) 50 c.c. vengono immatricolati con la targa quadrata, per quelli di data anteriore era possibile la circolazione con il targhino c.d. esagonale.

E' arrivato il momento di unificare i tipi di targa dei cinquantini in circolazione applicando la conversione delle vecchie targhe esagonali.

C'è quindi l'obbligo di cambio delle targa  per i ciclomotori: entro dicembre 2011 dovranno essere sostituite tutte le targhe esagonali dei ciclomotori con quelle del tipo quadrato.

E' quanto prevede la legge n. 120 del 29 luglio 2010 la quale stabilisce per i ciclomotori l'obbligo di essere muniti del certificato di circolazione e, invece di quella esagonale, della nuova targa quadrata.

Per aggiornare la targa del proprio ciclomotore da asagonale a quadrata i proprietari devono recarsi presso il Dipartimento dei Trasporti Terrestri (meglio conosciuta come Motorizzazione civile) della propria provincia o, in alternativa,  potranno rivolgersi ad un'agenzia di pratiche automobilistiche. Il costo è di circa 100 euro.

I ciclomotori non hanno l'obbligo di iscrizione al P.R.A. quindi non deve essere aggiornato il Pubblico Registro Automobilistico neanche in caso di passaggio di proprietà.

Il calendario delle operazioni di rilascio delle carte di circolazione e delle nuove targhe è stato definito con il  D.M. del 2 febbraio 2011, pubblicato sulla G.U. del 2 aprile 2011 e prevede queste tempistiche di conversione, sulla base della numerazione della vecchia targa.

Se la targa inizia per:

  1. 0, 1 e 2, la regolarizzazione dovrà avvenire entro il 1° giugno 2011;
  2. 3, 4 e 5 entro il 31 agosto 2011;
  3. 6, 7 e 8 entro  il 30 ottobre 2011
  4. infine per i ciclomotori la cui targa inizia con il numero 9 o con la lettera A. entro il 29 dicembre 2011

Entro la fine del 2011 quindi, tutto il parco ciclomotori circolante nel nostro Paese dovrà essere dotato della nuova targa quadrata.

Sono ovviamente previste delle sanzioni per i proprietari non in regola, ma solo a partire dal 14 febbraio 2012.

La sanzione amministrativa andrà da un minimo di 389 euro fino a un massimo di 1.559 euro: si tratta,  per gli inadempienti, di multe veramente "salate".

La nuova targa, permetterà di trasportare un passeggero sul vostro ciclomotore, a patto che lo stesso sia omologato per tale utilizzo e che il conducente sia maggiorenne e munito del patentino.

Nulla cambia per il pagamento del bollo del cinquantino: sia con targa vecchia  esagonale che con quella nuova quadrata, si tratta di una tassa di circolazione e deve quindi essere pagata e tenuta a bordo se il motore circola. Ne consegue che se il motorino non circola il pagamento del bollo non deve essere effettuato.

Quando il motorino non è più idoneo alla circolazione, occorre provvedere alla sua demolizione presso un centro autorizzato.

Articoli collegati: