Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti, per darti una migliore esperienza di navigazione su internet.

Per maggiori dettagli o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca "Approfondisci".

Cliccando "SI, prosegui la navigazione" acconsenti che ti siano mostrate pubblicità il più possibile in linea con i tuoi interessi, secondo quanto stabilito dal GDPR.

Documento unico dei veicoli in sostituzione di carta di circolazione e certificato di proprietà.

Stampa
Categoria principale: Burocrazia Categoria: Pratiche auto
Creato 21 Novembre 2017 Ultima modifica il 03 Giugno 2018
primi sui motori con e-max

Prosegue il processo di unificazione degli archivi di PRA e Motorizzazione ai fini del rilascio al cittadino automobilista di un solo documento di circolazione che contenga i dati della attuale carta di circolazione e certificato di proprietà.

Sabato 11 novembre 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nr. 264 il decreto del MIT sul documento unico di circolazione www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2017/11/11/264/SG/html

Il progetto di unificazione degli archivi di PRA e motorizzazione è stato già avviato e l'entrata a regime del decreto si realizzerà secondo queste fasi:

- 24 luglio 2017 la vigilanza sulle attività del PRA è passata dalla Presidenza del Consiglio al Ministero dei Trasporti;
- 22 settembre 2017 entro questa data il Ministero dei Trasporti avrebbe dovuto emanare due decreti per attuare la riforma:
1) uno per stabilire le modalità con le quali il documento unico riporterà i dati relativi alla proprietà e alla disponibilità del veicolo (ad esempio, eventuali ipoteche e fermi, che attualmente sono annotati nel certificato di proprietà);
2) due per stabilire forma e contenuto del modulo di richiesta da presentare agli uffici per ottenere il documento unico;
Attualmente questa fase è in lavorazione attraverso la formazione di un tavolo tecnico congiunto.

- 20 gennaio 2018, questa data rappresenta il termine entro cui dovranno essere emanati gli ulteriori due decreti finalizzati a coordinare le novità previste dal decreto legislativo con le norme del Codice della strada e con le attività dello Sportello Telematico dell'Automobilista (STA); 

- 30 aprile 2018 il Ministero dei Trasporti, dell'Economia e della Giustizia dovrà emanare un decreto per stabilire la nuova tariffa per ottenere il documento unico;
- 1° luglio 2018 in questa data è prevista l'entrata in vigore delle modifiche al Codice della strada connesse alla riforma della parte amministrativa della trascrizione della proprietà, quali quelle sul documento unico;
- 24 luglio 2018 entro questa data il Ministero dei Trasporti dovrà presentare al Parlamento una relazione sull'impatto della riforma di unificazione degli archivi di PRA e Motorizzazione e del rilascio al cittadino del documento unico di circolazione.

Il documento unico di circolazione.sarà quindi rilasciato dal 1 luglio 2018 per i tutti i veicoli nuovi insieme alle nuove modalità di radiazione dal PRA dei veicoli, è infatti prevista la radiazione d'ufficio per chi non paga il bollo per tre anni consecutivi e l'obbligo di revisione prima di esportare un mezzo.

 

primi sui motori con e-max

Aggiungi commento

Attenzione non sono accettati commenti contrari alla legge ed al buon comportamento. Non si accetta spam o link a scopo pubblicitario.


Codice di sicurezza
Aggiorna