Cani e gatti in auto: come trasportare i nostri amici animali in modo sicuro.

Stampa
Categoria: Sicurezza
Creato 26 Marzo 2012 Ultima modifica il 30 Giugno 2013
primi sui motori con e-max

Cani e gatti sicuri in auto.

E' tempo di vacanze e viaggi in auto, magari portando il proprio amico a 4 zampe.

Anche lui ha diritto alle vacanze, anche lui ha diritto di viaggiare in sicurezza.

Frequentemente i nostri amici cani e gatti vengono trasportati in auto, nel portabagagli,  o sul sedile, senza alcun vincolo e dimenticandosi che patisce gli stessi disturbi che proviamo noi, più che il cibo è importante l'idratazione e le soste frequenti.

Vediamo allora di capire come dobbiamo trasportare in auto il cane o il gatto.

Partiamo intanto dal Codice della Strada (D.Lgs. 285/1992 del 30 aprile 92 e successive modificazioni). 

L'articolo 169 CdS stabilisce i criteri di trasporto degli animali durante gli spostamenti in auto.

----- CODICE DELLA STRADA -------
TITOLO V - NORME DI COMPORTAMENTO
Art. 169. Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore.
1. In tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida.
2. 3. 4. 5. ... omissis
6. Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell'art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. 

È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.

7. 8. 9. ... omissis
10. Chiunque viola le altre disposizioni di cui al presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318.
------------------

Il principio essenziale per la sicurezza è che il guidatore non venga intralciato nella guida ... magari da un gesto affettuoso di Fido che decide di dare una leccatina al proprio padrone.

Lasciare il cane libero nell'abitacolo può essere rischioso, non solo perchè può distrarre il guidatore, ma anche perchè in caso di incidente il verrebbe catapultato in avanti con le spiacevoli conseguenze che ben potete immaginare.

Quindi: il cane non può essere libero di girare in macchina ma deve essere contenuto.

Se gli animali da trasportare sono più di uno è invece obbligatorio che stiano nel vano posteriore al posto di guida secondo le prescrizioni dell'art. 169 cds già visto.

Conosciamo i sistemi per fare viaggiare i nostri amici a quattro zampe nella massima sicurezza.

Sono molto diffuse forme di controllo rappresentate da un corto guinzaglio che si aggancia alle cinture di sicurezza. Si tratta di un sistema pratico ed economico ma che ha una capacità di contenimento limitata.

Quando si viaggia ogni corpo acquista un peso teorico molto superiore a quello reale.

E' il principio dell'inerzia. In caso di incidente questa energia accumulata deve essere smaltita in una frazione di secondo. Un cane di 5 k alla velocità di 50 Km orario raggiunge un peso teorico di 120 Kg. Un peso molto elevato che fa si che gli attacchi si lacerino ed il nostro amico venga proiettato in avanti.

Altra possibilità, per cani di piccola taglia, è quello del 'trasportino'. Anche in questo caso le forze in gioco (il peso teorico) sono elevate ed il trasportino può rompersi per via della forza dell'impatto. Anche la paratia può rompersi ed il cane viene proiettato in avanti.

Si può migliorare la sicurezza ancorando il trasportino nel bagagliaio. Il contenimento, in caso di urto, viene effettuato dalle paratie di protezione dei sedili posteriori e la sicurezza per l'occuante è massima.

La soluzione migliore rimane probabilmente il kennel: si tratta di una robusta gabbia che è possibile ancorare saldamente nel bagagliaio. Al Kennen l'animale deve essere abituato sin da piccolo affinchè non la ritenga una punizione. Per chi utilizza il kennel solo per recarsi in vacanza, attenzione: il viaggio lungo diventa un incubo per l'animale stesso (se non gli è stato insegnato l'uso della macchina) che, rinchiuso, non capisce cosa sta succedendo o quale sarà il suo destino.

Sicurezza per chi guida e per gli animali trasportati.

Mettere gli animali in sicurezza è dunque fondamentale.

Quando decidiamo di portare il nostro cane in auto con noi cerchiamo di trovargli una sistemazione che oltre ad essere a norma di legge sia anche sicura, tanto per il nostro cane, quanto per noi che guidiamo.

Teniamo inoltre presente che gli animali non nascono sapendo viaggiare in auto, quindi occorre prendere precauzioni perchè non soffrano il mal d'auto consultandosi con il veterinario.

Spesso queste sofferenze sono imputabili allo stress ed alla mancata abitudine a viaggiare in auto.

E' importante allora far abituare, sin da cuccioli, gli animali all'utilizzo dell'auto per i viaggi cominciando ovviamente con spostamenti brevi.

La socializzazione dell'animale con il mezzo consente di far si che lui salga e scenda dall'auto a comando e che non si lanci sulla strada appena aperta la portiera.

 

Video del TCS crash-test sul trasporto degli animali in auto
 
primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna