Quando devono fare la revisioni i veicoli d’epoca e d’interesse storico collezionistico.

Stampa
Categoria: Auto e Moto Storiche
Creato 24 Marzo 2015 Ultima modifica il 24 Marzo 2015
primi sui motori con e-max

I veicoli d’epoca e d’interesse storico collezionistico immatricolari dopo 31 dicembre 1959, devono essere sottoposti a revisione obbligatoria ogni due anni.

Revisione periodica dei veicoli prodotti prima del 1960.

la revisione dei veicoli di interesse storico e collezionistico, costruiti in data a antecedente al 1° gennaio 1960, deve essere svolta presso gli Uffici Motorizzazione Civile, in quanto sono previste deroghe alle ordinarie modalità di effettuazione delle prove strumentali.

I mezzi storici, iscritti in uno dei registri di cui all’art. 60 del Codice della strada o sul cui libretto è apposta la dicitura “veicolo di interesse storico e collezionistico", sono catalogati come “veicoli atipici” e come tali godono di un regime “agevolato” rispetto a quello ordinario.

In mancanza della certificazione storica la vettura o la moto deve rispettare la normativa vigente relativamente a tutti gli apparati tecnici e di sicurezza: cinture, fari, sistemi di segnalazione, norme antinquinamento ...

 

primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna