A+ A A-

Bollo auto, IPT ed assicurazione: cosa cambia per i veicoli storici ventennali ASI ed FMI.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Esenzione bollo auto per le auto storiche

Dal 1° Gennaio 2015 entrano in vigore le norme contenute nella Legge di Stabilità 2015 e che prevedono che solo i veicoli con più di trent’anni potranno godere delle agevolazioni fiscali su bollo e IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione).

Nonostante i molti emendamenti presentati è prevalso il criterio di punire i “falsi veicoli storici”, come ben si capisce dalla relazione di accompagnamento del Governo sui motivi di eliminazione dei benefici fiscali per i veicoli ventennali: "Attualmente, con l'evoluzione delle tecniche costruttive da parte del mercato automobilistico, un autoveicolo o motoveicolo al compimento dei venti anni non può più essere assimilato ai veicoli di particolare interesse storico solo in ragione della sua vetustà. Per tale ragione, è ormai venuta meno la stessa ratio che aveva giustificato il richiamato regime di speciale esenzione. A ciò si aggiunga che, nel corso degli anni, i controlli previsti dal comma 3 del citato art. 63 finalizzati all'individuazione, da parte dell'ASI e della FMI mediante propria determinazione, dei veicoli di cui al comma 2 del più volte richiamato articolo 63, sono risultati, talvolta, carenti, consentendo in tal modo l'accesso all'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche ad autoveicoli e motoveicoli che, oltre, ad avere compiuto venti anni, non avevano alcuno dei requisiti normativi".

Le auto storiche ventennali godono ancora dell'esenzione IPT?

Purtroppo NO, come per analogia al trattamento per il bollo auto era attivo il beneficio anche sull'IPT, così la nuova norma coinvolge anche l'imposta provinciale sulla trascrizione.

Quindi niente più imposta agevolata ma quella piena calcolata sull'elemento fiscale dei KW.

Si pagherà ancora l'assicurazione agevolata per i veicoli ventennali?

Dal punto di vista assicurativo, fortunatamente, non ci saranno variazioni: poichè le agevolazioni assicurative sono frutto di accordi tra privati (i club e le compagnie assicurative), continueranno a restare in vigore, non essendo le assicurazioni vincolate al dettato legislativo. Almeno speriamo!

Quali sono i veicoli storici che possono godere di agevolazione fiscale?

Restano in vigore le agevolazioni previste per i veicoli costruiti da almeno trenta anni, esclusi quelli adibiti ad "uso professionale".

Fino a prova contraria, i veicoli si considerano costruiti nell'anno di prima immatricolazione in Italia o in un altro Stato.

Riepilogando: con l'art. 1 comma 666 della legge di stabilità 2015 sono abrogati i commi 2 e 3 della L.342/2000 relativi alle le agevolazioni previste per i veicoli ventennali di particolare interesse storico e collezionistico individuati, con propria determinazione, dall'ASI e, per i motoveicoli, dalla FMI.

Si tratta di una norma molto punitiva che va a colpire uno dei pochi settori italiani in costante crescita e che rappresenta 'l'incubatore' di quelle auto che sarebbero potute diventare 'storiche' al raggiungimento dei 30 anni ma che ora, presumibilmente, gli attuali proprietari si affretteranno a portare al demolitore per non sostenere i costi di gestione.

.... Basta un attimo ... per cambiare la tua vita e quella di chi ti vuole bene.

Sii prudente sempre ... Basta un attimo ... pensaci prima.

AutoInformazione.org è vicina alle vittime della strada ed ai loro familiari.