AutoInformazioni, auto sicura facile ecologica.


Pratiche auto

Pratiche Auto facili: Semplificare la burocrazia delle pratiche auto per tutti i cittadini che, in questi momenti di profonda crisi economica, non possono rivolgersi ad una agenzia di pratiche auto per un passaggio di proprietà!


 

Come intestare l' auto agli eredi in caso di decesso del proprietario.

Stampa
Categoria principale: Pratiche auto Categoria: Proprietà
Creato 19 Ottobre 2011 Ultima modifica il 20 Ottobre 2014

Quali veicoli devono essere intestati agli eredi

Nel caso di decesso dell'intestatario, è obbligatorio trascrivere il passaggio di proprietà, ossia l'intestazione agli eredi di tutti i veicoli (auto, moto camper) che il defunto aveva intestato al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

I ciclomotori (inferiori a 50cc di cilindrata) non sono soggetti a trascrizione al PRA.

Il codice della strada e la sanzione

L'articolo 94 del codice della strada dice al primo comma:

Patto di riservato dominio, l'atto di vendita fa fede per il discarico della reponsabilità

Stampa
Categoria principale: Pratiche auto Categoria: Proprietà
Creato 19 Ottobre 2011 Ultima modifica il 03 Aprile 2013

PATTO DI RISERVATO DOMINIO, contestazione delle multe da parte del venditore.

In caso di vendita di veicolo con patto di riservato dominio, l'atto fa fede per il discarico della reponsabilità da parte dell'intestatario del veicolo stesso nel  caso di infrazione alle norme del Codice della Strada

Infatti, il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) fornisce la c.d. pubblicità notizia, ossia la continuità della trascrizione in base all' art 2688 cc, che ha valore di presunzione semplice e che può essere vinta con ogni mezzo di prova.

Quindi anche di fronte all'irrorazione di una sanzione amministrativa per violazione della disciplina sulla circolazione stradale, chi risulta proprietario dell'autovettura sulla base dell'iscrizione al PRA, può esibire il titolo che attesti l'avvenuta vendita a suo favore.

Cosa dice il Codice della Strada.

Art. 91. Locazione senza conducente con facoltà di acquisto-leasing e vendita di veicoli con patto di riservato dominio.
1. I motoveicoli, gli autoveicoli ed i rimorchi locati con facoltà di acquisto sono immatricolati a nome del locatore, ma con specifica annotazione sulla carta di circolazione del nominativo del locatario e della data di scadenza del relativo contratto. In tale ipotesi, la immatricolazione viene effettuata in relazione all'uso cui il locatario intende adibire il veicolo e a condizione che lo stesso sia in possesso del titolo e dei requisiti eventualmente prescritti dagli articoli da 82 a 90. Nelle medesime ipotesi, si considera intestatario della carta di circolazione anche il locatore. Le indicazioni di cui sopra sono riportate nella iscrizione al P.R.A.
2. Ai fini del risarcimento dei danni prodotti a persone o cose dalla circolazione dei veicoli, il locatario è responsabile in solido con il conducente ai sensi dell'art. 2054, comma terzo, del codice civile.
3. Nell'ipotesi di vendita di veicolo con patto di riservato dominio, il veicolo è immatricolato al nome dell'acquirente, ma con specifica indicazione nella carta di circolazione del nome del venditore e della data di pagamento dell'ultima rata. Le stesse indicazioni sono riportate nella iscrizione al P.R.A.
4. Ai fini delle violazioni amministrative si applica all'utilizzatore a titolo di locazione finanziaria e all'acquirente con patto di riservato dominio l'art. 196, comma 1.

Giurisprudenza sull'argomento

In caso di violazione delle norme sulla circolazione commesse dal conducente di un veicolo concesso in locazione finanziaria (leasing), obbligato in solido con il trasgressore per il pagamento della sanzione pecuniaria nonché responsabile in solido con il conducente ai sensi dell'art. 2054 c.c., terzo comma, è esclusivamente l'utilizzatore del veicolo e non anche il proprietario concedente, vertendosi, ai sensi dell'art. 91, comma secondo, nuovo cod. strad. e 196 C.d.S. (D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285), in ipotesi di responsabilità alternativa e non concorrente, poiché solo l'utilizzatore ha la disponibilità giuridica del godimento del bene e quindi la possibilità di vietarne la circolazione. Ne consegue che questi, al pari dell'usufruttuario e dell'acquirente con patto di riservato dominio risponde in tali casi di un debito proprio per fatto altrui, cosicché in caso di danni da circolazione di un veicolo concesso in leasing, ai sensi dell'art. 23 legge n. 990 del 1969, il responsabile, litisconsorte necessario nell'azione diretta contro l'assicuratore è esclusivamente il lessee (utilizzatore) e non il lessor (concedente), contrariamente a quanto avviene in ogni altra forma di locazione.
Cass. civ. sez. III 25-05-2004, n. 10034 (rv. 573118) Ciaramella e altri c. Tamleasing s.p.a. e altri, Mass. Giur. It., 2004, Arch. Giur. Circolaz., 2004, 1094

Nel caso di scissione tra proprietà e disponibilità del veicolo, la responsabilità solidale ex art. 2054, 3° comma, c.c. non è da considerarsi collegata alla effettiva disponibilità del veicolo stesso, per cui alle figure tassativamente elencate, non può aggiungersi quella dell'utilizzatore in leasing quale responsabile in solido con il conducente, dovendo, al contrario, ritenersi solidalmente responsabile nei confronti del terzo danneggiata solo la società concedente proprietaria del veicolo. Nella specie, la Cassazione ha escluso l'applicazione dell'art. 91, 2° comma, del nuovo Codice della strada.
Cass. civ. sez. III 14-07-2003, n. 11006 Bmw Financial Servicem Spa c. Guzzi, Giur. It., 2004, 1389 nota di BATTELLI

Nel caso di sinistro causato da un veicolo concesso in locazione finanziaria (leasing), litisconsorte necessario nel giudizio promosso contro l'assicuratore, ai sensi dell'art. 18 l. 24 dicembre 1969 n. 990, è tanto l'utilizzatore, quanto il proprietario concedente.
Trib. Roma 06-03-2000 Rossi e altri c. Soc. Ford Leasing e altri; Giur. romana, 2000, 296

Nella causa di risarcimento danni conseguenti a sinistro stradale causato da veicolo condotto in leasing (verificatosi successivamente al 1º ottobre 1993, data di entrata in vigore del nuovo codice della strada), deve ritenersi illegittima, e quindi infondata, la evocazione in giudizio del proprietario-locatore, in modo esclusivo o congiuntamente all’utilizzatore, per rispondere (in solido con il conducente) dell’obbligazione risarcitoria, essendovi obbligato a titolo giuridico, e non per la esclusiva disponibilità del veicolo, soltanto quest’ultimo.
Giudice di pace Napoli, 03-02-2000. Arch. circolaz., 2000, 608

La responsabilità ex art. 2054 comma 3 c.c. per incidente stradale causato da circolazione di veicoli ricade non sul proprietario concedente del veicolo in leasing, ma sull'utilizzatore del veicolo stesso che come concessionario in locazione finanziaria ha la disponibilità giuridica del bene, ai sensi dell'art. 91 d.lg. n. 285 del 1992.
Trib. Vicenza 17-01-1997 Zappon c. Colosimo e altri, Giur. di Merito, 1997, 953

Nel caso di scissione tra proprietà e responsabilità del veicolo, la responsabilità solidale a norma del 3º comma dell’art. 2054 c.c. è da ritenersi collegata alla effettiva disponibilità del veicolo, in considerazione del contenuto della prova liberatoria; l’utilizzatore in leasing del veicolo, pertanto, è responsabile in solido con il conducente alla stregua della norma suindicata, ancor prima della modifica introdotta dal nuovo codice della strada con l’art. 91, 2º comma, ed è quindi litisconsorte necessario in alternativa al concedente proprietario nel giudizio instaurato dal danneggiato direttamente contro l’assicuratore obbligatorio r.c. auto.
Tribunale Torino. Torino, 08-08-1995. Resp. civ., 1996, 282, n. ZIVIZ, GORGONI

La responsabilità ex art. 2054, 3º comma, c.c. per incidente stradale causato da circolazione di veicoli ricade non sul proprietario concedente del veicolo in leasing, ma sull’utilizzatore del veicolo stesso che come concessionario in locazione finanziaria ha la disponibilità giuridica del bene, ai sensi dell’art. 91 d.leg. n. 285 del 1992.
Tribunale Vicenza. Vicenza, 17-01-1997. Giur. merito, 1997, 953

Il locatario con facoltà di acquisto del veicolo a seguito di contratto di leasing, è responsabile in solido con il conducente ai sensi dell’art. 2054, 3º comma, c.c., a partire dal 1º ottobre 1993, data di entrata in vigore dell’art. 91, 2º comma, cod.strad., essendo la predetta responsabilità, in epoca precedente, a carico dell’ente proprietario del veicolo ceduto in leasing.
Tribunale Avezzano. Avezzano, 25-02-1997. P. Q. M., 1997, fasc. 1, 55

La disciplina della revoca della patente prevista dal nuovo codice della strada, è più favorevole all’imputato di quella precedente; ed infatti, mentre nella vigenza del codice della strada abrogato spettava alla discrezionalità del giudicante individuare i casi di particolare gravità, che consentivano la revoca dell’autorizzazione alla guida, l’art. 222, 3º comma, d.leg. 30 aprile 1992 n. 285, prevede la possibilità della revoca detta esclusivamente nell’ipotesi di recidiva reiterata specifica verificatasi entro il periodo di cinque anni a decorrere dalla data della condanna definitiva per la prima violazione.
Cass., sez. IV, 13-10-1995. Arch. circolaz., 1996, 637

Legislazione attinente

Art. 2054, c. 3, cc
Lett. circ. Min. trasporti 8 marzo 2001, n. 653/C4/2001 - Veicoli con facoltà di compera (leasing)

Nella sezione download è disponibile il fac simile del patto di riservato dominio da scaricare gratuitamente.

 

Sottocategorie

  • Perdita di possesso

    La perdita di possesso di un veicolo


     

    Conteggio articoli:
    6
  • Proprietà

    La proprietà dell'automobile

    L'automobile è un bene mobile registrato ed è soggetta alla disciplina particolare, che prevede l'iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.)

    Con l'iscrizione al PRA si realizza la pubblicità notizia. Solo per l'ipoteca l'iscrizione è costitutiva.

    Posta l'importanza sociale di questo istituto, la normativa nel corso degli anni ha subito una evoluzione sostanziosa e costante.

    Dalla trascrizione, a mano, su polverosi volumi delle poche auto in circolazione si è arrivati alla gestione telematica della presentazione delle formalità.

    Anche sotto l'aspetto della normativa molto si è fatto.

    Molto ancora si deve fare.


     

    Conteggio articoli:
    38
  • Vincoli

    I vincoli sull'automobile

    Fermo amministrativoAnche se giuridicamente non è un vero e proprio vincolo, la cosa più brutta che ci possa capitare è quella di trovare iscritto sul nostro veicolo un FERMO AMMINISTRATIVO.

    Si tratta di una misura molto onerosa che impedisce di usare l'auto ma anche di rottamarla o portarla all'estero. Ci sono molte cose da sapere per garantirsi o uscire fuori da un fermo amministrativo e le trovate in questo articolo.

    In questa categoria trovate anche altre informazioni su ipoteca, sequestro dell'auto, fallimento e liquidazione coatta amministrativa.


     

    Conteggio articoli:
    33
  • Radiazione

    La radiazione di un veicolo dal PRA


     

    Conteggio articoli:
    8