Superanagrafe dei conti correnti: Caccia agli evasori con i dati di movimenti e bonifici.

Stampa
Categoria: Attualità
Creato 11 Febbraio 2015 Ultima modifica il 11 Febbraio 2015
primi sui motori con e-max

E' iniziata la caccia ai super evasori attraverso l'incrocio e la valutazione dei dati finanziari che le banche e gli intermediari dovranno annualmente inviare all'Agenzia delle Entrate ex  articolo 11, commi 2 e 3 del Dl 201/2011 convertito dalla legge 214/2011.

Come funzionano le Comunicazioni al Fisco sui dati finanziari.

I soggetti coinvolti per la comunicazione dei dati finanziari alla superanagrafe sono quelli indicati all’art 7, comma 6, del Dpr 605/1973, ossia:

  • banche,
  • Poste Italiane,
  • intermediari e operatori finanziari,
  • SGR,
  • imprese di investimento,
  • organismi di investimento collettivo del risparmio.

Per la trasmissione verrà utilizzata la Posta Elettronica Certificata (PEC) con cui inviare fino a 20 mega (circa un milione di rapporti). Nel caso in cui tale canale telematico non fosse sufficiente a completare l’adempimento, l’Agenzia delle Entrate ha messo a punto una specifica piattaforma: il Sistema di Interscambio Dati (SID), al quale gli operatori dovranno registrarsi.

Entro il 2 marzo e il 29 maggio la superanagrafe dei conti correnti dovrà essere alimentata con i dati relativi agli anni 2013 e 2014.

Quali sono i dati del rapporto finanziario che vengono comunicati alla superanagrafe del conti correnti.

Oltre a quelli identificativi, compresi il codice univoco e tutti gli eventuali cointestatari, saranno comunicati i dati indicati nel provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 25 marzo 2013.

Perchè e come vengono conservati i dati finanziari.

I dati servono alla formazione di liste selettive di contribuenti a maggior rischio di evasione. I dati possono essere utilizzati anche per la semplificazione degli adempimenti dei cittadini in merito alla compilazione della dichiarazione sostitutiva unica (ISEE) e per il controllo sulla veridicità di quanto dichiarato. Il trattamento dei dati viene eseguito nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali dei contribuenti.

I dati sono archiviati nell’apposita sezione dell’Anagrafe Tributaria “Archivio dei rapporti finanziari” e vengono conservati entro i termini massimi di decadenza previsti in materia di accertamento delle imposte sui redditi, quindi fino al 31 dicembre del sesto anno successivo ad ogni anno cui è riferibile la comunicazione, per poi essere integralmente e automaticamente cancellati.

Quali sono i dati da comunicare alla superanagrafe.

  • Conti correnti.   
    Viene inviato il saldo contabile a inizio e fine anno, l'importo totale degli accrediti effettuati e quello degli addebiti nello stesso anno. Dal 2015, i dati verranno inviati entro il 15/2/2016, si aggiungerà anche la comunicazione sulla giacenza media.
  • Conti deposito titoli (o obbligazioni) 
    verrà comunicato il controvalore dei titoli rilevati a fine anno precedente e a fine anno (come da estratto conto), l'importo totale degli acquistieffettuati nell’anno (esclusi i rinnovi), l'importo totale disinvestimenti.
  • Gestione collettiva del risparmio    
    ammontare del contratto di gestione a fine anno precedente e a fine anno, importo totale sottoscrizioni e rimborsi di quote nell’anno.
  • Carte di credito e bancomat   
    La comunicazione alla Superanagrafe riguarda anche carte di credito e debito. Al Fisco viene comunicato l'utilizzo del plafond di spesa a inizio e a fine anno. Vieneanche segnalato l'importo totale degli acquisti effettuati nel corso dell'anno. Per le carte prepagate ricaricabili, verrà comunicato al Fisco l'importo totale delle ricariche effettuate nel 2013 e 2014 mentre per le non ricaricabili l'importo totale del valore delle carte acquistate nell'anno.
  • Cassette di sicurezza   
    Per le cassette di sicurezza gli intermediari finanziari sono tenuti a comunicare il numero totale degli accessi effettuati nell'anno.
  • Operazione extra-conto  
    Il Fisco conoscerà l'ammontare delle operazioni extra-conto nel 2013 e nel 2014 e il numero delle operazioni effettuate.
  • Oro e metalli preziosi    
    La Superanagrafe dei conti rileverà il valore totale degli acquisti e delle vendite effettuate nel 2013 e nel 2014.
  • Prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione     
    Viene comunicato al fisco l'importo totale degli incrementi e dei riscatti polizza effettuati nell’anno.
  • Contratti derivati     
    Saranno comunicati i dati sul valore nazionale sia dei contratti aperti sia di quelli chiusi nell'anno, così come il numero totale dei contratti stipulati.
  • Certificati di deposito e buoni fruttiferi    
    Gli operatori finanziari devono comunicare: il totale degli importi facciali di certificati e buoni a inizio e a fine 2013 e 2014; l'ammontarecomplessivo delle accensioni e delle estinzioni effettuate nell'anno; il numero totale di certificati o buoni fruttiferi.
  • Gestioni patrimoniali       
    Verranno segnalati il valore globale del patrimonio sia a inizio che a fine 2013 e 2014; importo totale tanto degli apporti quanto delle estinzioni effettuatenell'anno.

 

Sono esclusi dall'invio alla superanagrafe i dati relativi a:

  • fondi pensione,
  • portafoglio,
  • cessione indisponibile,
  • depositi chiusi,
  • garanzie,
  • crediti,
  • finanziamenti,
  • patto compensativo,
  • finanziamento in pool,
  • partecipazione,
  • altri rapporti finanziari.
primi sui motori con e-max

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna